Siria: raid aereo russo colpisce ospedale da campo, 13 morti

(AGI) - Nicosia, 21 ott. - E' di almeno tredici morti ilbilancio ancora provvisorio di un bombardamento aereo russo suSarmin, villaggio della provincia di Idlib nella Sirianord-occidentale, dove e' stato colpito un "ospedale da campo".Lo ha denunciato Rami Abdel Rahman, direttore dell'OsservatorioSiriano per i Diritti Umani, organizzazione dell'opposizionenon radicale in esilio con sede a Londra. Tra le vittime ancheun fisioterapista, una guardia e un membro delle forze civilidi difesa. Secondo un portavoce del ministero della Difesa diMosca, generale Igor Konashenkov, obiettivo del raid sarebbestato un "sito d'incontri tra capi di

(AGI) - Nicosia, 21 ott. - E' di almeno tredici morti ilbilancio ancora provvisorio di un bombardamento aereo russo suSarmin, villaggio della provincia di Idlib nella Sirianord-occidentale, dove e' stato colpito un "ospedale da campo".Lo ha denunciato Rami Abdel Rahman, direttore dell'OsservatorioSiriano per i Diritti Umani, organizzazione dell'opposizionenon radicale in esilio con sede a Londra. Tra le vittime ancheun fisioterapista, una guardia e un membro delle forze civilidi difesa. Secondo un portavoce del ministero della Difesa diMosca, generale Igor Konashenkov, obiettivo del raid sarebbestato un "sito d'incontri tra capi di bande terroristiche", lo"scantinato di una costruzione in abbandono" dove sarebberostati preventivamente avvistati da droni "nove fuoristradaarmati con mitragliatrici di grosso calibro". Il bersagliosarebbe stato individuato mediante "intercettazioniradiofoniche", sottoposte a un "duplice controllo attraversoaltri canali". L'ospedale era gestito dalla Sams-SyrianAmerican Medical Society, una fondazione privata con sedenell'Ohio, il cui personale ha confermato l'attacco e i "gravidanni" riportati dal complesso. Sembrerebbe inoltre che abbiaperso la vita anche un'infermiera, ma l'indiscrezione per ilmomento e' stata fornita solo in via riservata. In appena tre settimane circa dall'inizio della campagnaaerea, ufficialmente diretta contro lo Stato Islamico, non e'la prima volta in cui la Russia e' accusata di aver preso dimira strutture sanitarie. Il 2 ottobre l'Osservatorio avevagia' reso noti i bombardamenti di un ospedale da campo nellaprovincia costiera di Latakia, e di un altro in quella centraledi Hama, quest'ultimo confermato anche dalla Sams. Altri dueepisodi del genere nella provincia settentrionale di Aleppoerano stati segnalati la settimana scorsa dal giornalista eattivista umanitario Maamoun al-Khatib. A detta di AbdelRahman, tra le 370 persone uccise dai raid russi a partire dal30 settembre come minimo 127 erano semplici civili. (AGI).