Siria: l'Isis contrattacca e rientra a Kobane

(AGI) - Beirut - I jihadisti dell'Isis, che nei giorniscorsi avevano dovuto arretrare sotto la spinta delle miliziecurde, sono passati al  

(AGI) - Beirut, 25 lug. - I jihadisti dell'Isis, che nei giorniscorsi avevano dovuto arretrare sotto la spinta delle miliziecurde, sono passati al contrattacco: nella notte hanno sferratouna serie di offensive simultanee contro l'esercito siriano ele stesse milizie. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti Umani, ijihadisti sono rientrati a Kobane, dove sono in corso scontri,e hanno sottratto al controllo del governo siriano duequartieri della citta' di Hasaka. Kobane, l'enclave curdo-siriana vicino al confine con laTurchia, era gia' stata devastata da intensi combattimenti trasettembre e gennaio scorso, fino a quando, il 26 gennaio, icurdi erano riusciti a prenderne il controllo.

"I miliziani della Jihad passano dalla Turchia"

Fu una vittoriacon un'importanza anche simbolica, ma da allora i jihadistihanno sempre continuato a minacciare la periferia della citta';e nella notte, secondo l'Osservatorio, i miliziani dell'Isissono rientrati nella citta'. L'offensiva e' cominciata all'albacon l'esplosione di un'auto vicino al valico di frontiera diMursitpinar, che unisce Kobane con la Turchia. Dalla notte cisono scontri al valico e nel centro della citta'. Secondo fontiospedaliere, sono morte almeno 12 persone. Ma il bilancio e'confuso: l'Osservatorio sostiene che sono morte almeno 5persone nell'esplosione dell'autobomba e che ci sono statevittime negli scontri ("ci sono cadaveri nelle strade"), senzapero' dare il bilancio. Gli estremisti hanno anche sferrato un attacco contro iquartieri sotto il controllo del regime nella cittta' diHasaka, nel nord-est del Paese. Ci sono stati scontri e gliaerei dell'esercito hanno bombardato postazioni estremiste.L'Isis ha fatto esplodere un'auto carica di esplosivo vicino aun posto di blocco delle autorita' all'entrata occidentaledella citta', che e' divisa in zone controllata dal governo diDamasco, circa il 40%, e aree, le rimanenti, sottol'amministrazione curda.

L'offensiva jihadista segue due settimane in cui i curdisono avanzati sensibilmente nel territorio siriano in mano algruppo estremista,, arrivando a una cinquantina di chilometrida Raqqa, la cosiddetta capitale del 'califfato'. Ma ijihadisti usano proprio la tecnica di avanzare altrove quandoperdono terreno. Nelle ultime ore hanno riferito di aver presoil controllo del quartiere di al-Nashwa e delle zone limitrofe,a sud-ovest di Hasaka. La tv siriana ha reso noto che ijihadisti, nel quartiere di al-Nashwa, stanno cacciando gliabitanti dalle case, uccidendo o rastrellando le persone. (AGI)



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it