Siria, affondo Usa: "sbagliata la strategia russa"

(AGI) - Roma, 7 ott. - La Russia e' pronta a collaborare con ilPentagono sul coordinamento nella lotta allo Stato islamico,mentre i caccia russi hanno effettuato massicci bombardamentiin due province siriane, aprendo il terreno ad una offensiva diterra delle truppe di Assad contro i ribelli jihadisti nemicidell'Isis. Anche i ribelli filo-Usa denunciano pero' di esserestati nuovamente bombardati dai russi, che avrebbero distruttoun deposito di armi. Vladimir Putin ha reso noto che le sueforze stanno attaccando l'Isis anche da mare: le navi da guerranel Mar Caspio hanno lanciato 26 razzi contro i

(AGI) - Roma, 7 ott. - La Russia e' pronta a collaborare con ilPentagono sul coordinamento nella lotta allo Stato islamico,mentre i caccia russi hanno effettuato massicci bombardamentiin due province siriane, aprendo il terreno ad una offensiva diterra delle truppe di Assad contro i ribelli jihadisti nemicidell'Isis. Anche i ribelli filo-Usa denunciano pero' di esserestati nuovamente bombardati dai russi, che avrebbero distruttoun deposito di armi. Vladimir Putin ha reso noto che le sueforze stanno attaccando l'Isis anche da mare: le navi da guerranel Mar Caspio hanno lanciato 26 razzi contro i jihadisti.Putin ha dato ordine di interagire per le operazioni con Usa,Turchia, Arabia Saudita, Iran e Iraq. Il portavoce delministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, ha spiegato cheMosca ha valutato la proposta americana e che sono rimasti dadiscutere solo i dettagli tecnici. Il presidente russo ha ancherivelato che durante la sua visita a Parigi, il presidentefrancese Francoise Hollande ha proposto "una interessante ideadi alleanza tra le truppe di Assad e i ribelli moderati".Dichiarazioni che al momento non trovano conferma dall'Eliseoche si e' sempre opposto a coinvolgere il presidente sirianonel futuro del suo Paese. In Siria, ha detto intanto, ilsegretario di Stato alla Difesa statunitense, Ashton Carter,"la Russia sta seguendo una strategia sbagliata, colpendoobiettivi che non sono dell'Isis". La Turchia non desidera che il conflitto siriano sitrasformi in una crisi tra Mosca e la Nato o in una disputa trala Russia e la Turchia, ha precisato il premier AhmetDavutoglu, avvertendo che Ankara, membro dell'AlleanzaAtlantica, "non scendera' a compromessi sulla sicurezza deisuoi confini e del suo spazio aereo". Solo 2 dei 57 raid aereirussi in Siria hanno colpito lo Stato islamico, ha aggiuntoDavutoglu. Un portavoce del Partito della giustizia e dellosviluppo (AKP) del premier, Omer Celik, ha affermato che laTurchia considerera' eventuali nuove violazioni dello spazioaereo da parte di jet da guerra russi "una minaccia". Secondo gli attivisti dell'Osservatorio siriano per idiritti umani, i raid russi gli intensi bombardamenti di oggisi sono concentrati sul villaggio di al-Lataminah nellaprovincia di Hama e sulle citta' di Khan Shaykhun e Alhbit aIdlib. Le bombe russe hanno coperto una offensiva di terra delregime e nell'area sono stati segnalati anche bombardamenti conmissili terra-terra. Gran parte della provincia di Idlib e'nelle mani di gruppi ribelli jihadisti, tra i quali i qaedistidel Fronte Al Nusra e altre fazioni. I ribelli anti-Assad addestrati dagli americani hannodenunciato hanno denunciato che il deposito di armi piu'importante del gruppo Liwa Suqour al-Jabal e' stato distruttonei raid russi sulla provincia settentrionale di Aleppo. (AGI).