Si cerca secondo uomo nella metro di Bruxelles, circola identikit

Si cerca secondo uomo nella metro di Bruxelles, circola identikit

Bruxelles - La polizia belga è alla ricerca di un secondo uomo sospettato di essere coinvolto nell'attentato alla metro a Bruxelles: lo hanno confermato fonti di polizia, dopo le indiscrezioni filtrate sulla stampa. E sui media belgi circola anche un identikit dell'uomo ricercato, identikit che pero' non e' confermato da fonti ufficiali: un'immagine ricostruita al computer di un volto con folte sopracciglia nere, lo sguardo accigliato e guance scavate. Fonti della polizia hanno confermato che nelle immagini delle telecamere di sicurezza della stazione della metro di Bruxelles si vede un uomo con una grande borsa vicino al kamikaze, Khalid el Bakraoui. Al-Bakraoui parla con l' uomo che però non entra con lui nella metro. Finora la procura belga aveva segnalato che c'era solo un uomo "in fuga", quello che appare nelle telecamere di sicurezza dell'aeroporto di Zaventem, vestito con una giacca di colore chiaro e un cappelletto accanto ai due kamikaze, identificati come Ibrahim (il fratello di Khalid) El Bakraoui e Najim Laachraoui. (AGI)