Shimon Peres "lotta per la vita"

Si sono aggravate le condizioni dell'ex presidente israeliano e Nobel per la Pace

Gerusalemme - Si sono aggravate le condizioni di salute di Shimon Peres che ormai "lotta per la vita". Il 93enne ex presidente israeliano, Premio Nobel per la Pace, e' ricoverato al Tel HaShomer Medical Center di Gerusalemme dal 14 settembre a causa di un ictus. "Le sue condizioni sono estremamente gravi", ha fatto sapere il nipote, Rafi Walden, citato dal Jerusalem Post. I medici temono il collasso delle funzioni vitali. 

Peres, l'ultimo dei Padri fondatori di Israele ancora in vita, già lo scorso gennaio aveva avuto due aritmie cardiache in una settimana ed era stato ricoverato per una decina di giorni. A inizio settembre gli era stato impiantato un pace-maker.

A Roma l'ambasciatore Sachs, numero 1 export per il dopo Gilon

Peres è un'icona di Israele, fin dalla nascita dello Stato ebraico nel 1948. Vice-ministro, ministro, premier e poi presidente, Shimon Peres è stato tra i registi degli accordi Pace di Oslo nel 1993, che gli valsero il Nobel per la Pace insieme all'allora premier Yitzhak Rabin e leader palestinese Yasser Arafat. Terminato il mandato nel 2014, Peres ha mantenuto alta la sua attività politica con una agende sempre piena, in particolare attraverso la sua Fondazione, il Centro Peres per la Pace di Jaffa che promuove il dialogo fra ebrei e arabi. (AGI)