Scontro tra Israele e Anp dopo la morte del ministro palestinese

(AGI) - Roma - In migliaia hanno partecipato aRamallah ai funerali del ministro palestinese Ziad Abu Ein,mentre continua lo scambio di  [...]

(AGI) - Roma, 11 dic. - In migliaia hanno partecipato aRamallah ai funerali del ministro palestinese Ziad Abu Ein,mentre continua lo scambio di accuse tra Israele e Autorita'nazionale palestinese (Anp) sulle cause della morte, avvenutamercoledi' nel corso di una manifestazione in Cisgiordania. Sie' trattato di un "omicidio" di cui "Israele e' responsabile",hanno affermato da Ramallah, sottolineando le immagini scattatedurante la protesta in cui si vede un soldato israelianostringere al collo il ministro. Per le autorita' israeliane sie' trattato invece di un incidente legato alle precariecondizioni di salute del ministro palestinese. I primi risultati dell'autopsia, diffusi dal ministerodella Salute di Israele dopo l'esame condotto insieme a medicipalestinesi e giordani, hanno confermato che Abu Ein e' mortoper un attacco di cuore, evidenziando un blocco nell'arteriacoronaria, segni di una lieve emorragia interna e una pressionelocale sul collo. Per i palestinesi, pero', l'emorragia e'stata provocata dall'aggressione, mentre gli israeliani hannoparlato di un decesso dovuto allo stress della situazione,sostenendo che il 55enne ministro palestinese aveva unasofferenza cardiaca e aveva subito altri infarti in passato. Cisarebbero prove che i vasi sanguigni fossero ostruiti dallaplacca oltre l'80%. In precedenza, un alto esponente palestinese, Husseinal-Sheikh, citando i medici legali palestinesi e giordani,aveva sostenuto che il ministro fosse morto per il colporicevuto, insieme ai lacrimogeni inalati e per un ritardo nelricevere le cure mediche. Una versione respinta dal medicoisraeliano Hen Kugel, presente all'autopsia: la morte e' statacausata da "un infarto, aveva una significativa ostruzionedelle arterie e il suo cuore era in cattive condizioni"."Quando l'hanno afferrato al collo - ha spiegato - questa hacausato un forte stress che ha portato all'emorragia e alcompleto blocco che l'ha ucciso". Su questo "non c'e' disaccordo con i palestinesi", haaggiunto, ricordando che l'unico punto ancora da chiarire e'legato alle ferite che l'uomo presentava a denti, lingua etrachea. Potrebbero essere "il risultato dei tentativi dirianimazione o di un'aggressione come sostengono ipalestinesi". Intanto, la tensione nei Territori resta alta: a Hebron cisono stati scontri tra manifestanti palestinesi e forze disicurezza israeliane vicino alla Tomba dei Patriarchi eproteste si sono registrate anche a Turmus Iya dove mercoledi'e' morto Abu Ein. In questo quadro, il segretario di Stato Usa, John Kerry,arrivera' domenica a Roma dove incontrera' il premierisraeliano, Benjamin Netanyahu, da cui sollecitera' qualcheapertura per evitare l'isolamento internazionale. (AGI).