Dopo l'incontro tra Conte e Trump la Russia avverte: "Se l'Italia non cancella le sanzioni vuol dire che le appoggia"

Dopo l'incontro tra Conte e Trump la Russia avverte: "Se l'Italia non cancella le sanzioni vuol dire che le appoggia"

Non basta ribadire l'importanza del dialogo con Mosca e chiedere che non venga colpita la società civile, "se l'Italia non cancella le sanzioni, vuol dire che le appoggia". Così la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha commentato ad AGI le dichiarazioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ieri in conferenza stampa dopo l'incontro a Washington con Donald Trump. 
Ieri, a fianco del premier italiano, il presidente Usa ha ribadito con forza che "le sanzioni alla Russia rimarranno così come sono”. La linea di Roma, ribadita da Conte, è che bisogna tenere aperto il dialogo con il Cremlino, che le sanzioni non possono costituire un fine e che non devono colpire la società civile russa. "Se l'Italia non cancella le sanzioni, significa che le appoggia", ha dichiarato Zakharova, aggiungendo: "E' strano quando alle persone piace quello che fa loro male". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it