Russia: Putin, oggi ignorati principi cooperazione internazionale

(AGI) - Mosca, 9 mag. - "I principi fondamentali dellacooperazione internazionale sono sempre piu' ignorati negliultimi decenni". Lo ha denunciato il presidente russo VladimirPutin, intervenendo dalla tribuna d'onore sulla piazza Rossanel corso della parata militare per il 70esimo anniversariodella vittoria sovietica sui nazisti, trasmessa in diretta tvin Russia. "Negli ultimi decenni sono stati sempre piu'ignorati i principi fondamentali della cooperazioneinternazionale", ha dichiarato Putin, probabilmenterivolgendosi agli Usa, presenti in piazza Rossa solo conl'ambasciatore John Tefft dopo il declino di Barack Obamadell'invito del Cremlino. "Abbiamo assistito a tentativi di creare un

(AGI) - Mosca, 9 mag. - "I principi fondamentali dellacooperazione internazionale sono sempre piu' ignorati negliultimi decenni". Lo ha denunciato il presidente russo VladimirPutin, intervenendo dalla tribuna d'onore sulla piazza Rossanel corso della parata militare per il 70esimo anniversariodella vittoria sovietica sui nazisti, trasmessa in diretta tvin Russia. "Negli ultimi decenni sono stati sempre piu'ignorati i principi fondamentali della cooperazioneinternazionale", ha dichiarato Putin, probabilmenterivolgendosi agli Usa, presenti in piazza Rossa solo conl'ambasciatore John Tefft dopo il declino di Barack Obamadell'invito del Cremlino. "Abbiamo assistito a tentativi di creare un mondounipolare", ha poi tuonato, puntando il dito contro un modo dipensare "a blocchi militari" che sta prendendo sempre piu'piede. "Tutto questo minaccia la stabilita' dello sviluppoglobale", ha ammonito. Putin, alla cui destra siede ilpresidente Xi Jinping, nuovo alleato di Mosca dopo le tensionicon l'Occidente per la crisi ucraina, ha cosi' invocato, come"obiettivino comune", "lo sviluppo di un sistema di sicurezzauguale per tutti gli Stati". A suo dire, questo sistema, chenon dovrebbe prevedere blocchi regionali e globali, "deveoffrire risposta adeguata alle minacce del giorno d'oggi"."Solo allora - ha aggiunto - assicureremo pace e tranquillita'al pianeta". Alla fine del suo discorso, il capo del Cremlino si e'congratulato con il popolo e l'esercito russo per la "grandiosavittoria" sul nazismo e i soldati hanno risposto con iltradizionale "Urra'" per tre volte, prima che risuonasse l'innorusso e iniziasse la sfilata di uomini e mezzi militari. Laparta di oggi, la piu' massiccia della Russia moderna, come e'stata definita dal ministero della difesa, e' il culmine dellecelebrazioni di una ricorrenza centrale nel calendario russo emolto sentita dalla popolazione. E' un momento di massimoorgoglio nazionale, in cui Mosca si presenta al mondo comeforza fondamentale per la pace e la sicurezza globale. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it