Russia: incrocio aerei in volo, Parigi convoca ambasciatore Mosca

(AGI) - Parigi, 20 ott. - Meno di 24 ore dopo le accuse russe sul presunto incrocio "a distanzapericolosamente ravvicinata" tra un presunto caccia francese el'aereo che stava portando in Svizzera una delegazione dellaDuma guidata dal suo capo Serghei Naryshkin, l'ambasciatore diRussia a Parigi e' stato convocato al ministero degli Esteridel Paese ospite per ricevere a sua volta una formale nota diprotesta. Il jet, che secondo la Russia avrebbe sfiorato ilvelivolo di Naryshkin, era infatti un F-18 dell'Aviazioneelvetica e nulla aveva a che vedere con la Francia. Secondo quanto riferito dal portavoce

(AGI) - Parigi, 20 ott. - Meno di 24 ore dopo le accuse russe sul presunto incrocio "a distanzapericolosamente ravvicinata" tra un presunto caccia francese el'aereo che stava portando in Svizzera una delegazione dellaDuma guidata dal suo capo Serghei Naryshkin, l'ambasciatore diRussia a Parigi e' stato convocato al ministero degli Esteridel Paese ospite per ricevere a sua volta una formale nota diprotesta. Il jet, che secondo la Russia avrebbe sfiorato ilvelivolo di Naryshkin, era infatti un F-18 dell'Aviazioneelvetica e nulla aveva a che vedere con la Francia. Secondo quanto riferito dal portavoce ministeriale RomainNadal il diplomatico russo, Alexander Orlov, e' stato ricevutodal segretario generale del dicastero, Romain Nadal, il qualegli ha espresso "la ferma condanna" dell'analoga convocazionenotificata ieri all'ambasciatore francese a Mosca, Jean-MauriceRipert, "sulla base di informazioni inesatte e false". A ricevere Ripert era stato il vice ministro AlexeiMeshkov, gia' rappresentante della Federazione in Italia finoal novembre 2012, che gli aveva chiesto "spiegazioni".L'equivoco con ogni probabilita' e' scaturito dal fatto chel'episodio si e' verificato nello spazio aereo francese, ma aridosso di quello svizzero: la delegazione russa era diretta aGinevra per partecipare ai lavori della 133ma Assembleadell'Unione Interparlamentare, e l'aeroporto locale si trovaproprio a ridosso del confine. Le autorita' elvetiche hanno nel frattempo promesso difornire "al piu' presto chiarimenti" al Cremlino. La vicendaconferma il clima di tensione in atto tra Mosca e la Nato,acuito da diversi episodi di supposti sconfinamenti aereirussi, sullo sfondo del conflitto in Ucraina e, da ultimo,dell'intervento militare della Russia in Siria al fianco delregime di Bashar al-Assad, suo alleato storico. Per di piu'Naryshkin, molto vicino al presidente Vladimir Putin, figurasulle 'liste nere' tanto dell'Alleanza Atlantica quantodell'Unione Europea per il suo aperto appoggio ai ribelliseparatisti del Donbass e all'annessione della Crimea. (AGI).