Raid russo in Siria, ucciso il capo dei ribelli

Il leader islamista era ad un summit anti-Assad

Raid russo in Siria, ucciso il capo dei ribelli

- Beirut - Il comandante di Jaysh al Islam (Esercito dell'Islam), uno dei piu' forti gruppi di ribelli che si oppongono al presidente Assad in Siria, e' stato ucciso in un bombardamento oggi.

Lo riferisce la tv di Stato siriana dopo che l'Osservatorio siriano dei diritti umani, una ong con sede in Libano, aveva dato notizia a Beirut di raid aerei contro una localita' a Est della capitale Damasco, dove si teneva un summit di capi dell'Esercito dell'Islam. Tra le vittime, assieme a leader minori, c'e' secondo la tv ufficiale anche Zahran Alloush, massimo vertice del gruppo ribelle.

La morte di Alloush e' stata confermata su Twitter dalla Coalizione Nazionale dell'opposizione siriana. Secondo fonti dei ribelli, sono stati missili russi a colpire il summit che si teneva nella localita' di Ghouta Est, una fetta si territorio da anni sotto assedio nei pressi di Damasco.

La tv statale ha riferito che i corpi del comandante di Jaysh al Islam e dei suoi piu' stretti vertici militari sono rimasti sotto le macerie dell'edificio in cui si teneva la riunione. (AGI)