I Radiohead hanno regalato 18 ore di musica 'rubata' agli attivisti di Extinction Rebellion

Si tratta di musica da loro registrata nel 1997, ai tempi dell'album "Ok Computer", considerato uno dei loro capolavori, e rubata da sconosciuti

radiohead extinction rebellion
Kamil Krzaczynski / AFP
 
Thom Yorke, Radiohead 

Un'iniziativa decisamente inusuale, a favore degli attivisti di Extinction Rebellion che lottano contro i cambiamenti climatici: i Radiohead hanno deciso di pubblicare musica da loro registrata nel 1997, ai tempi dell'album "Ok Computer", considerato uno dei loro capolavori, e rubata da sconosciuti. I fan si fregano le mani: si tratta di ben 18 ore di musica.

Era stato il chitarrista della band, Jonny Greenwood, a comunicare via Twitter che la settimana scorsa era stato hackerato un minidisc di proprietà del cantante e frontman del gruppo, Thom Yorke, che conteneva una parte dell'archivio musicale del gruppo.

Gli hacker avevano rivolto un vero e proprio ricatto alla band inglese, chiedendo 150 mila dollari in cambio del dischetto. Invece di pagare, i Radiohead hanno pensato bene di pubblicare tutto il materiale sulla piattaforma di Bandcamp, dove gli appassionati potranno acquistare i brani per 18 giorni al prezzo di 18 sterline.

Peraltro, Greenwood ha fatto intendere che si tratta di materiale non particolarmente interessante, di cui non era prevista la pubblicazione. Extinction Rebellion ha fatto sapere di ringraziare i Radiohead "di cuore".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.