Rabbia e polemiche per l'addio a Nemtsov

(AGI) - Mosca - Ambasciatori stranieri, due vicepremier e un ministro russi, ma soprattutto migliaia disemplici cittadini hanno reso omaggio alla  [...]

(AGI) - Mosca, 3 mar. - Ambasciatori stranieri, due vicepremier e un ministro russi, ma soprattutto migliaia disemplici cittadini hanno reso omaggio alla camera ardente diBoris Nemtsov, il leader dell'opposizione assassinato venerdi'sera vicino al Cremlino. Davanti al Centro 'Sakharov' di Moscasi e' formata una coda di un chilometro, con persone insilenzio che hanno aspettato ore per poter deporre un fiore sulferetro di uno dei simboli del dissenso dell'era Putin. Dopo quattro ore di camera ardente, la bara e' stataportata fuori dal grande stanzone con mattoni a vista al grido"Gli eroi non muoiono", per la sepoltura nel cimitero di Troyekurovskoye, lo stesso dove riposa la giornalista AnnaPolitkovskaya, uccisa davanti casa a Mosca nel 2006. "Quegli spari non erano diretti solo a Nemtsov ma a tuttinoi, alla democrazia in Russia", ha affermato davanti alla baraaperta Ghennady Gudkov, un autorevole oppositore del Cremlino."Riposa in pace amico mio, il tuo lavoro sara' portato avanti".Davanti al feretro, piantonato dall'ex moglie, dal fratello,dai figli e dall'anziana mamma di Nemtsov, sono sfilati anchealti esponenti governativi come i vice premier ArkadiDvorkovich e Serghei Prikhodko, il ministro dell'Agricoltura,Nikolai Fyodorov, e il capo del Consiglio per i Diritti Umanipresso il Cremlino, Mikhail Fedotov. E poi gli ambasciatori dei28 Paesi Ue, quello Usa John Tefft, l'ex premier britannicoJohn Major, il vice ministro degli Esteri polacco, ConradPavlik. L'ambasciatore italiano Cesare Ragaglini ha auspicatoche i colpevoli siano consegnati presto alla giustizia, "ancheper riportare un clima piu' sereno". Non mancavano i compagni di politica e vita dell'ex vicepremier liberale: come Mikhail Kasyanov, co-presidente del suopartito Parnas, il giovane collaboratore e attivista IlyaYashin e la vedova dell'ex presidente russo, Naina Eltsina. Hanno pero' fatto rumore anche le assenze, a partire daquelle delle personalita' comunitarie cui Mosca ha negato ilvisto: come Bogdan Borusewicz, presidente del Senato polacco, el'eurodeputata lettone Sandra Kalniet. Bruxelles ha protestato. Assenti anche Aleksei Navalny, altro capofila dell'opposizione e compagno di battaglie di Nemtsov, sebbene spesso in disaccordo con lui, che sta scontando quindici giornidi detenzione; e soprattutto la compagna con cui passeggiavaquando e' stato eliminato, la giovane modella ucraina AnnaDuritskaya, rientrata a Kiev dopo aver rilasciato unatestimonianza piuttosto nebulosa. Gli inquirenti russi hannonegato che le fosse mai stato ritirato il passaporto, e hannoassicurato che e' disposta a continuare a collaborare.Dall'Ucraina il presidente Petro Poroshenko ha insignito loscomparso dell'Ordine della Liberta', massima onorificenza peruno straniero: "Per noi era un patriota e un amico". (AGI)