Pyongyang sfida sanzioni Onu e lancia 6 missili a corto raggio

Mercoledì il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha approvato all'unanimità un pacchetto misure contro il regime nordcoreano

Pyongyang sfida sanzioni Onu e lancia 6 missili a corto raggio
   Nord Korea lancio missili da Wonsan esercito popolare di Pyongyang caduti nel mar del Giappone - Youtube

Seul - Sfidando le più pesanti sanzioni inflittegli dall'Onu in 20 anni, la Corea del Nord ha lanciato vari missili a corto raggio dalla sua costa orientale. Secondo quanto comunicato dal ministero della Difesa sudcoreano, l'Esercito popolare di Pyongyang, alle 10 ora locale (le 2 del mattino in Italia), ha lanciato sei missili dalla località di Wonsan, che sono poi caduti nel mar del Giappone senza conseguenze e dopo aver coperto una distanza compresa tra 100 e 150 chilometri. Le autorità di Seul hanno aperto una inchiesta per stabilire di che tipo di missili si tratta, mentre fonti consultate dall'agenzia Yonhap spiegano che potrebbe trattarsi di missili KN-01.

Proprio ieri il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha approvato all'unanimità un pacchetto di nuove sanzioni al regime nordcoreano, in risposta al quarto test nucleare e al lancio di un satellite, considerato dagli Usa e dai suoi alleati un test missilistico. I 15 hanno votato una risoluzione presentata dagli Usa, sostenuti dalla Cina. Le sanzioni sono le piu' severe imposte in 20 anni da Palazzo di Vetro, ha assicurato l'ambasciatore Usa all'Onu Samantha Power. Le misure comprendono importanti limitazioni agli scambi commerciali con Pyongyang e obbligano a ispezioni delle merci provenienti dalla Corea del Nord e dirette nel Paese.

La risoluzione prevede anche un embargo totale alla vendita di armi, che completa le restrizioni gia' in vigore in questo ambito, e un nuovo pacchetto di misure finanziarie contro banche e attivita' nordcoreane. Per la prima volta sono introdotte sanzioni dirette a diversi settori economici e che prevedono lo stop alle esportazioni di materie prime come carbone, ferro, oro e titanio. Proibita anche la vendita al Paese di combustibile per aerei e razzi. Le sanzioni sono dirette a vari individui ed entità.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente Usa Barack Obama per la "risposta appropriata" gli ultimi test nucleari e missilistici. "Oggi la comunità internazionale, parlando con una voce sola, ha inviato a Pyongyang un messaggio semplice: la Corea del Nord deve abbandonare questi programmi pericolosi e avviare un percorso migliore per il suo popolo", ha affermato Obama in una nota. (AGI)