Putin: crisi ucraina nata da disordini sostenuti da Usa e Ue

(AGI) - Roma, 6 giu. - Valdimir Putin non accetta che la Russiasia responsabile della crisi ucraina, che da oltre un anno hafatto ripiombare i rapporti tra Mosca e l'Occidente al puntopiu' basso dalla Guerra Fredda: "Attorno a cosa e' nata questadiatriba? L'ex presidente (ucraino Viktor) Yanukovich disse cheaveva bisogno di riflettere sulla firma dell'Accordod'associazione Ucraina-Ue, forse per ottenere dei cambiamenti econsultarsi con la Russia, il partner principale dell'Ucraina.Sotto questo pretesto sono cominciati i disordini a Kiev,appoggiati attivamente dai nostri partner sia europei cheamericani". Cosi Putin in una lunga intervista

(AGI) - Roma, 6 giu. - Valdimir Putin non accetta che la Russiasia responsabile della crisi ucraina, che da oltre un anno hafatto ripiombare i rapporti tra Mosca e l'Occidente al puntopiu' basso dalla Guerra Fredda: "Attorno a cosa e' nata questadiatriba? L'ex presidente (ucraino Viktor) Yanukovich disse cheaveva bisogno di riflettere sulla firma dell'Accordod'associazione Ucraina-Ue, forse per ottenere dei cambiamenti econsultarsi con la Russia, il partner principale dell'Ucraina.Sotto questo pretesto sono cominciati i disordini a Kiev,appoggiati attivamente dai nostri partner sia europei cheamericani". Cosi Putin in una lunga intervista al Corriere della Seraricostruisce gli eventi dello scorso anno, dal punto di vistadi Mosca. Dopo i disordini, ha aggiunto "e' venuto il colpo diStato" e poi rapidamente "la situazione e' andata fuoricontrollo. 11 21 febbraio 2014 e' stato firmato un accordo trail presidente Yanukovich e l'opposizione sul futuro del Paese,incluse le elezioni. Se ne doveva ottenere l'attuazione tantopiu' che tre ministri degli Esteri europei lo hanno firmatocome garanti. Se americani ed europei avessero detto a chicompiva azioni anticostituzionali, 'non vi sosterremo in alcunacircostanza se andate al potere con un golpe, andate alleelezioni e vincetele', la situazione si sarebbe sviluppata i'nmodo assolutamente diverso. Quindi io credo che la ragione diquesta crisi sia completamente artificiale. E l'accompagnamentodi questo processo e' inaccettabile. Ripeto, non era nostraintenzione, noi siamo costretti a reagire a quanto stasuccedendo". (AGI) Gis (Segue)