Primo bombardamento Usa a Mosul, si allarga fronte anti Isis

(AGI) - Mosul, 8 set. - Per la prima volta i jetamericani hannobombardato posizioni dello Stato islamico (Is) direttamentenella citta' di Mosul, nel nord dell'Iraq. Lo hanno riferitofonti della sicurezza irachene. Finora i raid aerei Usa sierano concentrati sulle localita' nei dintorni della stratagicadiga, a cira 20 chilometri dalla citta', riconquistata daipeshmerga curdi anche grazie ai bombardamenti. Intanto Sonogia' oltre 40 i Paesi che avrebbero gia' fornito la lorodisponibilita' a sostenere la grande coalizione internazionalea guida Usa per combattere gli jihadisti sunniti dello StatoIslamico (Isis) in Iraq e - non

(AGI) - Mosul, 8 set. - Per la prima volta i jetamericani hannobombardato posizioni dello Stato islamico (Is) direttamentenella citta' di Mosul, nel nord dell'Iraq. Lo hanno riferitofonti della sicurezza irachene. Finora i raid aerei Usa sierano concentrati sulle localita' nei dintorni della stratagicadiga, a cira 20 chilometri dalla citta', riconquistata daipeshmerga curdi anche grazie ai bombardamenti. Intanto Sonogia' oltre 40 i Paesi che avrebbero gia' fornito la lorodisponibilita' a sostenere la grande coalizione internazionalea guida Usa per combattere gli jihadisti sunniti dello StatoIslamico (Isis) in Iraq e - non si puo' escludere - in Siria.Coalizione di cui l'Italia e' parte dei 10 Paesi che fannoparte della "core coalition". Lo ha riferito il dipartimento diStato aggiungendo che John Kerry domani partira' lla voltadella Giordania e Arabia Saudita per coinvolgere gli Stai arbaisunniti nella lotta contro Isis. L'amministrazione Obama stapreparando una campagna in tre fasi per sconfiggere glijihadisti sunniti dello Stato islamico (Isis), una operazioneper la quale ci vorranno almeno tre anni. Lo riferisce il NewYork Times, spiegando che la prima fase e' gia' cominciata coni raid aerei contro le postazioni degli jihadisti nel norddell'Iraq. La fase successiva, secondo i programmi delpresidente Usa comincerebbe quando l'Iraq avra' un governoinclusivo e vedra' gli americano mettere in campo sforzi perl'addestramento e l'equipaggiamento dei militari iracheni, deicombattenti curdi e , possibilmente, delle milizie tribalisunnite. La terza e ultima fase, quella politicamente piu'delicata e controversa, prevede la distruzione dell'esercitodell'Isis in Siria e potrebbe non essere completata entro lascadenza del secondo mandato di Obama. (AGI) Zec.