A Parigi se non si hanno monete si potrà fare l'offerta in chiesa con il Pos

La chiesa del 16esimo arrondissement della capitale, quella di Sant_Francois de Molitor, lancerà il serivizio. La diocesi: "Un'intera generazione usa sempre meno contanti"

A Parigi se non si hanno monete si potrà fare l'offerta in chiesa con il Pos

 Alla mancanza di monete o contanti da offrire durante la Messa si può rimediare dando la possibilità ai fedeli di utilizzare bancomat o carta di credito. È la novità introdotta nella chiesa di Sant-Francois de Molitor, nel 16esimo arrondissement a Parigi, dove a partire da domenica il cestino delle offerte sarà dotato anche di Pos che accetterà donazioni 'digitali' tra i 2 e i 10 euro.

"La premessa è semplice - ha spiegato la diocesi di Parigi - un'intera generazione usa monete e contanti sempre di meno". Le offerte settimanali restano una fonte di finanziamento chiave per le chiese cattoliche in Francia, nel 2016 sono state il 23% degli oltre 600 milioni di euro donati, e nella capitale il contributo medio a fedele e' di circa 100 euro all'anno.

Non è il primo tentativo di stare al passo con i tempi moderni: già nel 2016, otto chiese di Parigi avevano aperto la porta a donazioni settimanali attraverso un'apposita app, 'La Quete' (la 'Colletta'), e altre otto chiese adotteranno lo stesso sistema da questa domenica, unendosi agli altri 5mila utenti che già la usano.

Come ha spiegato Stanislas Billot de Lochner, co-fondatore della Obole Digitale che ha creato la app, cosi' "aumentiamo le risorse di una parrocchia perché le donazioni sono da due a cinque volte superiori a quelle in denaro".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it