Papa in Albania: "e' un esempio" "Dio non e' scusa per la violenza"

(AGI) - Tirana, 21 set. - "Nessuno pensi di poter farsi scudodi Dio mentre progetta e compie atti di violenza e disopraffazione! Nessuno

Papa in Albania: "e' un esempio" "Dio non e' scusa per la violenza"

(AGI) - Tirana, 21 set. - "Nessuno pensi di poter farsi scudodi Dio mentre progetta e compie atti di violenza e disopraffazione! Nessuno prenda a pretesto la religione per leproprie azioni contrarie alla dignita' dell'uomo e ai suoidiritti fondamentali". Appena arrivato a Tirana, Papa Francescoha pronunciato questa forte invettiva mettendo incontrapposizione "il clima di rispetto e fiducia reciproca tracattolici, ortodossi e musulmani" esistente in Albania, che hadefinito "un bene prezioso per il Paese", con quanto avviene acausa del fatto che "da parte di gruppi estremisti, vienetravisato l'autentico senso religioso e vengono distorte estrumentalizzate le differenze tra le diverse confessioni,facendone un pericoloso fattore di scontro e di violenza,anziche' occasione di dialogo aperto e rispettoso e diriflessione comune su cio' che significa credere in Dio eseguire la sua legge".

VIDEO: migliaia di albanesi accolgono Francesco a Tirana

Per Bergoglio tra i diritti umani vi e'"in primo luogo quello alla vita ed alla liberta' religiosa ditutti!".

Il pontefice a Tirana, la sfida e' globalizzare la solidarieta'

L'esempio dell'Albania, che ha riconquistato laliberta' da appena un quarto di secolo, "dimostra - haaffermato Francesco - che la pacifica e fruttuosa convivenzatra persone e comunita' appartenenti a religioni diverse e' nonsolo auspicabile, ma concretamente possibile e praticabile".

Messaggio di Napolitano: la comunita' internazionale guarda con interesse alla sua missione

"La pacifica convivenza tra le differenti comunita' religiose -ha spiegato - e' un bene inestimabile per la pace e per losviluppo armonioso di un popolo. E' un valore che va custoditoe incrementato ogni giorno, con l'educazione al rispetto delledifferenze e delle specifiche identita' aperte al dialogo edalla collaborazione per il bene di tutti, con l'esercizio dellaconoscenza e della stima gli uni degli altri. e' un dono che vasempre chiesto al Signore nella preghiera". "Possa l'Albania -ha auspicato Francesco - proseguire sempre su questa strada,diventando per tanti Paesi un esempio a cui ispirarsi!".