Pakistan: messa fine a moratoria pena morte, 8. 000 in attesa boia

(AGI) - Islamabad, 10 mar. - Finisce la moratoria delleesecuzioni capitali in Pakistan. Rovesciando una decisioneprecedente, Islamabad ha annunciato che la pena di morte sara'applicata -ha riferito il ministero dell'Interno, a "tutti icrimini per i quali e' prevista, indipendentemente dalla loronatura". La moratoria di fatto era in vigore dal 2008 ma loscorso dicembre, quando i talebani massacrarono 134 bambini e19 adulti a Peshawar, fu deciso gli imputati accusati diterrorismo sarebbero stati giustiziati. Sono circa 8.000 ipachistani condannati a morte, e spesso, affermano leorganizzazioni per i diritti civili, al termine di

(AGI) - Islamabad, 10 mar. - Finisce la moratoria delleesecuzioni capitali in Pakistan. Rovesciando una decisioneprecedente, Islamabad ha annunciato che la pena di morte sara'applicata -ha riferito il ministero dell'Interno, a "tutti icrimini per i quali e' prevista, indipendentemente dalla loronatura". La moratoria di fatto era in vigore dal 2008 ma loscorso dicembre, quando i talebani massacrarono 134 bambini e19 adulti a Peshawar, fu deciso gli imputati accusati diterrorismo sarebbero stati giustiziati. Sono circa 8.000 ipachistani condannati a morte, e spesso, affermano leorganizzazioni per i diritti civili, al termine di processipoco affidabili sul piano della difesa dei dirittidell'imputato. Non solo, molto spesso a occuparsi di reaticompiuti dai civili sono i tribunali militari, considerati menocorruttibili. Da dicembre scorso sono state giustiziate 24persone, due delle quali non erano accusate di attacchiterroristici. E, secondo una ricerca prodotta dalle ong incollaborazione con l'Universita' di Yale, altre 2.000 sarebberostate torturate nel distretto di Faisalabad, a est, dapoliziotti impegnati a estorcere confessioni e produrre provefalse della colpevolezza degli accusati. .