Omicidio Nemtsov, quattro arresti Ceceno braccato si fa esplodere

(AGI) - Roma, 8 mar. - Altre due persone sono state arrestateper l'omicidio del leader dell'opposizione russa, BorisNemtsov. Lo riferisce la Cnn, che cita l'agenzia statale russaRia Novosti. Sale cosi' a quattro il numero delle personeaccusate di aver avuto un ruolo nel delitto commesso lo scorso27 febbraio a Mosca. I due nuovi arresti sono stati effettuatinella Repubblica meridionale dell'Inguscezia. Secondo quantodichiarato dal segretario del Consiglio di sicurezzadell'Inguscezia, Albert Barahoev, i fermati sarebbero collegatiai due uomini arrestati in precedenza, i cugini Anzor Gubasheve Zaur Dadayev. In particolare, uno dei due sarebbe

(AGI) - Roma, 8 mar. - Altre due persone sono state arrestateper l'omicidio del leader dell'opposizione russa, BorisNemtsov. Lo riferisce la Cnn, che cita l'agenzia statale russaRia Novosti. Sale cosi' a quattro il numero delle personeaccusate di aver avuto un ruolo nel delitto commesso lo scorso27 febbraio a Mosca. I due nuovi arresti sono stati effettuatinella Repubblica meridionale dell'Inguscezia. Secondo quantodichiarato dal segretario del Consiglio di sicurezzadell'Inguscezia, Albert Barahoev, i fermati sarebbero collegatiai due uomini arrestati in precedenza, i cugini Anzor Gubasheve Zaur Dadayev. In particolare, uno dei due sarebbe il fratellominore di Gubashev. Tutti e quattro sono ceceni. Uno dei ceceni sospettati per l'omicidio del leaderdell'opposizione russa e' stato accerchiato dalla polizia aGrozny, ma prima di essere catturato si e' fatto saltare inaria con una granata. Lo riferiscono fonti investigative. E'accaduto nella serata di sabato. L'uomo era stato accerchiato in un appartamento dellacapitale cecena. Quando la polizia gli ha intimato diarrendersi, il sospettato, ha lanciato una prima granata controgli agenti, senza causare feriti, poi ne ha fatta esplodereun'altra per uccidersi. Un altro dei ceceni fermati ha invece prestato serviziocome poliziotto in Cecenia: lo riferiscono i media russi checitano una fonte dei servizi di sicurezza in Inguscezia checonferma quanto riferito sabato dalla madre dell'uomo. Zaur Dadayev, il 33enne ceceno fermato insieme al cugino32enne Anzor Gubashev, e' stato arruolato per 10 anni nelbattaglione "Sever" (nord) del ministero dell'Interno inCecenia, ha spiegato Albert Barakhayev, segretario delConsiglio di sicurezza nella vicina regione caucasicadell'Inguscezia. Non e' chiaro se Dadayev sia stato congedato. La repubblica autonoma a maggioranza musulmana dellaCecenia e' ora sotto il pieno controllo del suo leader, RamzanKadyrov, un ex ribelle che si e' alletao a Mosca ottenendo incambio una notevole autonomia nella gestione della sicurezza.(AGI).