Obama dal re di Spagna, "settimana difficile per Usa"

Il presidente americano si è scusato così per la visita accorciata

 Obama dal re di Spagna, "settimana difficile per Usa"
Barack Obama re di spagna Felipe (afp) 

Madrid - "Abbiamo vissuto una settimana difficile negli Usa": con queste parole oarack Obama, primo presidente Usa in vistia a Madrid negli ultimi 15 anni, si è giustificato al termine dell'incontro con re Felipe VI per la decisione di ridutrre a 24 ore la sua permanenza in Spagna. L'allusione è ai tre casi di afroamericani uccisi dalla polizia negli ultimi giorni e alla strage di cinque agenti a Dallas, città dove si recherà domani. Obama aveva ricordato di aver sempre voluto tornare in Spagna Paerse che aveva visitato "viaggiando in Europa da saccopelista a vent'anni".

 
La Spagna sta vivendo dal dicembre scorso una prolungata impasse politica che neppure le nuove elezioni sono riuscite a sbloccare nonostante la vittoria del premier conservatore, Mariano Rajoy. Proprio incontrando Rajoy,  Obama formulato un auspicio:  “Qualunque sia il governo in futuro", ha deto, "spero abbia una relazione forte con Washington, perché la Spagna ha un’economia in crescita in grado di offrire opportunità a tutti”.

In un'intervista a El Pais, il presidente americano ha anche criticato l'eccessivo rigore seguito dall'Ue negli ultimi anni. "Le politiche di austerità perseguite in Europa a mio avviso hanno rappresentato un fattore importante delle frustrazioni e delle preoccupazioni visibili in molti Paesi europei, con la preoccupazione che i benefici dell'integrazione delle economie e della globalizzazione non giungono a tutti allo stesso modo". (AGI)