Obama a Netanyahu, Usa pronti a facilitare fine ostilita'

(AGI) - Washington, 10 lug. - Al terzo giorno di offensivaisraeliana nella Striscia di Gaza e dopo 90 morti tra ipalestinesi, Barack Obama ha rotto il suo silenzio e hatelefonato a Benjamin Netanyahu. Il presidente americano, si e'detto, "preoccupato del rischio di un'ulteriore escalation", edha ribadito al premier il sostegno Usa all'alleato israelianoed il suo "diritto di difendersi" dal "continuo lancio di razziad opera di Hamas ed altre organizzazioni terroristiche". Obama, si legge in una comunicato della Casa Bianca, haribadito che "gli usa sono pronti a facilitare la cessazionedelle ostilita', inclusa

(AGI) - Washington, 10 lug. - Al terzo giorno di offensivaisraeliana nella Striscia di Gaza e dopo 90 morti tra ipalestinesi, Barack Obama ha rotto il suo silenzio e hatelefonato a Benjamin Netanyahu. Il presidente americano, si e'detto, "preoccupato del rischio di un'ulteriore escalation", edha ribadito al premier il sostegno Usa all'alleato israelianoed il suo "diritto di difendersi" dal "continuo lancio di razziad opera di Hamas ed altre organizzazioni terroristiche". Obama, si legge in una comunicato della Casa Bianca, haribadito che "gli usa sono pronti a facilitare la cessazionedelle ostilita', inclusa (l'opzione) di ritornare all'accordodi cessate il fuoco (raggiunto nel) novembre del 2012", datadell'ultimo intervento militare israeliano contro Hamas. Ilriferimento e' all'intesa raggiunto al Cairo dall'allorasegretario di Stato Hillary Clinton, grazie alla mediazionedell'a'Pilastro di Difesa' lanciata da Israele su Gaza il 14novembre 2012 e conclusa con il cessate il fuoco sette giornidopo. Tregua rotta piu' volte da Hamas e dalli gruppi palestinesiattivi a Gaza ma che di fatta e' l'ultimo accordo raggiuntoseppur indirettamente dai palestinesi dell'enclave costiera conIsraele. (AGI) .