Nozze blindate per figlia Erdogan, testimone Davutoglu

Cerimonia a Istanbul con 6.000 invitati, l'ex premier 

Nozze blindate per figlia Erdogan, testimone Davutoglu
 matrimonio Sumeyye Erdogan 

Istanbul - Matrimonio blindato per la figlia del presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, che si è sposata a Istanbul con un ricevimento che contava seimila invitati. La trentenne Sumeyye è convolata a nozze con l'imprenditore Selcuk Bayraktar, fabbricante di droni. Presente al completo, naturalmente, la famiglia Erdogan: accanto al presidente sua moglie Emine, i figli maschi Burak e Bilal (del cui matrimonio, nel 2003, fu testimone Silvio Berlusconi) e la figlia femmina maggiore Esra.
Testimone di nozze per la sposa, nonostante le divergenze insanabili con Erdogan, il premier dimissionario Ahmet Davutoglu, una scelta che punta a anche a ridimensionare la frattura nel partito filo-islamico Akp; testimone per lo sposo, il capo di stato maggiore dell'esercito, generale Hulusi Akar. A celebrare il matrimonio è stato il sindaco della metropoli sul Bosforo, Kadir Topbas.

Sumeyye, laureatasi alla London School of Economics, è ritenuta la prediletta del presidente ed è finita spesso al centro delle cronache in Turchia. Lo scorso anno, media filo-governativi diffusero la notizia di un complotto per assassinarla, poi rivelatosi falso. Nei mesi scorsi nei suoi confronti era stata mossa l'accusa - mai provata - di aver contribuito alla gestione di un ospedale per combattenti jihadisti al confine turco-siriano. Sumeyye è stata consigliere del partito governativo Akp per la politica estera quando il padre era primo ministro, cessando la collaborazione quando fu eletto alla presidenza nel 2014. Sumeyye e' ora vice presidente di un gruppo pro-islamico per la difesa dei diritti delle donne. Lo sposo, laureato alla Universita' tecnica di Istanbul, ha conseguito un dottorato al Georgia Institute of Technology negli Stati Uniti. Cura, nella azienda di famiglia, il settore tecnologico: la Baykar Makina fabbrica droni e ha partecipato a vari progetti per lo sviluppo dei sistemi difensivi della Turchia. (AGI)