Nordcorea: "The Interview", il film che spaventa Pyongyang

(AGI) - Roma, 18 dic. - "The interview", il film ritirato dallaSony per timore di attacchi cibernetici, e' diretto da EvanGoldberg ed e' costato 44 milioni di dollari. Nella pellicolaSeth Rogen e James Franco sono il presentatore e il produttoredi un seguitissimo talk-shaw, Skylark Tonight. Quando i duescoprono di avere tra i fan piu' accaniti Kim Jong-unorganizzano un viaggio per intervistarlo. Ma la trasferta sitrasformera' in una missione alquanto speciale: i giornalistivengono infatti contattati dalla Cia per assassinare ildittatore, interpretato dall'attore Randall Park. Nei mesi scorsi il regime nordcoreano aveva aspramente

(AGI) - Roma, 18 dic. - "The interview", il film ritirato dallaSony per timore di attacchi cibernetici, e' diretto da EvanGoldberg ed e' costato 44 milioni di dollari. Nella pellicolaSeth Rogen e James Franco sono il presentatore e il produttoredi un seguitissimo talk-shaw, Skylark Tonight. Quando i duescoprono di avere tra i fan piu' accaniti Kim Jong-unorganizzano un viaggio per intervistarlo. Ma la trasferta sitrasformera' in una missione alquanto speciale: i giornalistivengono infatti contattati dalla Cia per assassinare ildittatore, interpretato dall'attore Randall Park. Nei mesi scorsi il regime nordcoreano aveva aspramentecriticato la commedia. Giorni fa, l'agenzia nordcoreana Yonhapaveva riportato le dichiarazioni del regime secondo cui "ilfilm e' la piu' palese pubblicita'" che si possa fare "alterrorismo". Kim Myong-chol, direttore del Centro per la PaceNord Corea-Usa e portavoce non ufficiale di Pyongyang, hadefinito il film "al una prova della disperazione dellasocieta' americana e dello stesso governo". "E' ironico - hacontinuato - la trama e' lo specchio di quello che gli Usahanno fatto in Afghanistan, Iraq, Siria e Ucraina". (AGI)