Nordcorea minaccia gli Usa, "pronti a qualsiasi guerra"

(AGI) - Pyongyang, 10 ott. - La Corea del nord "e' pronta acombattere qualsiasi guerra che gli Stati Uniti dovesseroscatenare": e' il minaccioso avvertimento lanciato dal leadernordcoreano Kim Jong-Un, nel suo intervento alla cerimonia peril 70mo anniversario del Partito dei lavoratori nordcoreano(Plc) voluta dal regime comunista, a Pyongyang. Il programmanucleare e i test balistici nordcoreani hanno portato a uncrescente isolamento internazionale del regime. "Gli armamentidel partito rivoluzionario significano che siamo pronti acombattere qualsiasi guerra che dovessero scatenare gli StatiUniti imperialisti", ha affermato Kim Jong-Un. Poco primamigliaia di soldati erano

(AGI) - Pyongyang, 10 ott. - La Corea del nord "e' pronta acombattere qualsiasi guerra che gli Stati Uniti dovesseroscatenare": e' il minaccioso avvertimento lanciato dal leadernordcoreano Kim Jong-Un, nel suo intervento alla cerimonia peril 70mo anniversario del Partito dei lavoratori nordcoreano(Plc) voluta dal regime comunista, a Pyongyang. Il programmanucleare e i test balistici nordcoreani hanno portato a uncrescente isolamento internazionale del regime. "Gli armamentidel partito rivoluzionario significano che siamo pronti acombattere qualsiasi guerra che dovessero scatenare gli StatiUniti imperialisti", ha affermato Kim Jong-Un. Poco primamigliaia di soldati erano entrati con il passo dell'oca nellapiazza intitolata a Kim Il-Sung, "il grande leader". L'evento,annunciato a gennaio, e' il primo di questo genere presiedutoda Kim Jong-Un, il leader succeduto nel 2011 al padre KimJong-Il. Kim, che indossava il consueto completo scuro stileMao, ha passato in rassegna le truppe schierate sulla piazza incui decine di migliaia di uomini e donne sventolavano bandieree agitavano fiori. "Viva l'invincibile Partito dei lavoratoridi Corea" si legge su un lungo striscione appeso a un palloneaerostatico che domina la piazza. Kim nel suo applauditissimodiscorso ha molto insistito sul "tutt'uno" che formano i 24milioni di nordcoreani con il Partito dei lavoratori dellaCorea, sotto il controllo della dinastia di famiglia dallanascita della repubblica popolare, nel 1945. Il dittatore haelogiato il popolo nordcoreano definendolo "la fonte delmiracolo" che ha permesso al Paese di emergere "come un potenteStato socialista indipendente e in grado di difendersi dasolo". Nessun accenno nell'intervento e' stato fatto alprogramma nucleare nordcoreano, in un probabile gesto diriguardo verso l'alleato cinese che aveva organizzato i falliticolloqui a sei per il disarmo di Pyongyang. In tribuna erapresente l'alto dirigente del Partito comunista cinese LiuYunshan, in rappresentanza del presidente Xi Jinping. Liu erastato latore di una lettera di Xi in cui si assicura chePechino annette grande importanza ai rapporti con la Corea delnord, di cui resta il primo partner commerciale nonostante ilraffreddamento degli ultimi anni. La parata militare ha vistosfilare carri armati, 200 blindati e missili balisticiintercontinentali. Pyongyang ha gia' condotto tre test nuclearie ne ha minacciato un quarto nell'ambito del suo programmamissilistico. Secondo l'Institute for Science and InternationalSecurity americano la Corea del nord alla fine del 2014possedeva dalle 10 alle 16 testate nucleari e potrebbe esserein grado di montarle sui missili Nodong, con una gittata di 800chilometri. (AGI).