Matteo Salvini difende il ballo scatenato di Sanna Marin

Matteo Salvini difende il ballo scatenato di Sanna Marin

"È una bella donna che ha il diritto di divertirsi" dice il leader della Lega dopo le polemiche che hanno investito la premier finlandese

Matteo Salvini difende ballo scatenato Sanna Marin

Sanna Marin

AGI - Matteo Salvini si schiera al fianco della premier finlandese di sinistra Sanna Marin criticata per le sue danze scatenate: "È stata eletta dai cittadini, è una bella donna, ha diritto di divertirsi e va a ballare. Non penso che in Finlandia sia un reato andare a ballare, anche li' hanno tempo da perdere a criticarla..."

La bufera su Marin si è scatenata dopo che un video in cui beve, balla scatenata e canta in un party a casa di amici è finito sui social. In precedenza Marin, 36 anni, era stata criticata per aver partecipato a un festival rock e per trascorrere più tempo a partecipare a feste che governare, atteggiamento che secondo i suoi detrattori non si addice a un primo ministro. C'é anche chi, invece, tra gli utenti della Rete, ne apprezza lo stile giovanile e informale.

Nel video, Marin viene vista bere con un gruppo di amici mentre balla e canta sulle note del rapper finlandese Petri Nygrd e del cantante pop Antti Tuisku. Secondo il tabloid Iltalehti, tra gli ospiti del party che si vedono nel video si possono riconoscere: la cantante Alma, l'influencer Janita Autio, la conduttrice televisiva Tinni Wikstroem, la YouTuber Ilona Ylikorpi, la conduttrice radiofonica Karoliina Tuominen, la stilista Vesa Silver e il parlamentare Ilmari Nurminen del Partito socialdemocratico di Marin.

La premier si è difesa spiegando che era convinta che il video non sarebbe trapelato. E c'è già chi punta il dito contro presunti hacker russi, viste le posizioni dure di Marin contro Mosca: di recente è stata tra i primi leader in Europa a esprimersi a favore del bando del turismo russo in Occidente.

"Naturalmente, non commenterò dove sono stati girati questi video o chi li ha girati, perché si tratta di spazi privati", ha dichiarato Marin, dicendosi "rattristata che siano diventati di dominio pubblico". La premier ha poi confermato di aver bevuto alcolici ma ha negato di aver assunto droghe.