Il Regno Unito non chiederà più i test molecolari ai viaggiatori in arrivo

Il Regno Unito non chiederà più i test molecolari ai viaggiatori in arrivo

Questa misura semplifica ulteriormente i viaggi all'estero per i turisti britannici e gli stranieri che entrano nel Regno Unito, dopo che il sistema del "semaforo" è stato eliminato all'inizio di ottobre solo pochi giorni dopo che il numero delle destinazioni nella lista rossa è sceso a sette

Regno Unito non chiedera piu test molecolari viaggiatori arrivo

© Matteo Trevisan / NurPhoto / NurPhoto via AFP  - Tamponi Covid-19

AGI - A partire dal 24 ottobre il Regno Unito non chiederà più i tamponi molecolari ai viaggiatori vaccinati in arrivo e richiederà invece un test rapido da compiere entro 48 ore dall'arrivo. Questa misura si applicherà ai viaggiatori con un programma di vaccinazione completo che provengono da Paesi che non sono nella 'lista rossa covid' delle autorità britanniche.

Il ministro dei trasporti Grant Shapps ha osservato su Twitter che "i tamponi molecolari obbligatori scompariranno con le vacanze scolastiche di ottobre, per gli adulti vaccinati e le famiglie che cercano un po' di sole invernale all'estero". "A partire dal 24 ottobre, fai un test dell'antigene sulla via del ritorno, per rendere il viaggio più facile e semplice per tutti", ha aggiunto.

Questa misura semplifica ulteriormente i viaggi all'estero per i turisti britannici e gli stranieri che entrano nel Regno Unito, dopo che il sistema del "semaforo" è stato eliminato all'inizio di ottobre solo pochi giorni dopo che il numero delle destinazioni nella lista rossa è sceso a sette: Venezuela, Perù, Panama, Haiti, Ecuador, Repubblica Dominicana e Colombia. L'industria dei viaggi e del turismo chiede da mesi che il governo britannico smetta di richiederei tamponi molecolari, a causa dei prezzi elevati che imposti dai laboratori.