"A Kabul la minaccia è ancora reale ma le evacuazioni proseguono", dice il Pentagono

"A Kabul la minaccia è ancora reale ma le evacuazioni proseguono", dice il Pentagono

Per quanto riguarda invece le vittime civili nell'attacco con il drone, "non siamo nella posizione di smentire la notizia"

afghanistan pentagono ritiro usa

© AFP - Il decollo di un aereo militare da Kabul, Afghanistan

AGI - La minaccia di nuovi attentati all'aeroporto di Kabul rimane "reale" e "concreta", ma le evacuazioni proseguono: lo ha spiegato il Pentagono nel punto stampa quotidiano sull'Afghanistan.

"E' un momento particolarmente pericoloso", ha detto il portavoce John Kirby, "ma siamo ancora nelle condizioni di evacuare persone" e "c'è ancora tempo" per portare via i cittadini americani, ha aggiunto. A circa 24 ore dalla deadline per il ritiro completo le evacuazioni, quindi, proseguono. 

Rispondendo poi alle domande sul raid con il drone per uccidere presunti kamikaze dell'Isis-k, che secondo alcuni media ha provocato la morte di 10 civili fra cui 6 bambini, Kirby ha affermato: "Non siamo nella posizione di poter smentire vittime civili in questo momento". Ovviamente, ha sottolineato Kirby, "nessuno vuole la morte di persone innocenti, ma la minaccia all'aeroporto Hamid Karzai è reale e circostanziata, dobbiamo essere pronti a futuri potenziali minacce". "Noi - ha continuato Kirby - cerchiamo sempre di evitare danni collaterali, ma l'attacco con droni" di domenica in un sobborgo di Kabul "è stato per sventare un attentato di alto-profilo di Isis-k".