L'appello di Putin: "Con Biden migliorare i rapporti tra Usa e Russia"

L'appello di Putin: "Con Biden migliorare i rapporti tra Usa e Russia"

Il presidente russo: "Dobbiamo trovare il modo di normalizzare le relazioni che sono attualmente a un livello molto basso". Sulla Bielorussia: "I servizi segreti russi non hanno nulla a che fare con il dirottamento del volo Ryanair"

appello putin biden migliorare rapporti usa russia

Il presidente russo, Vladimir Putin

Il presidente russo, Vladimir Putin, vuole "trovare il modo" di migliorare la relazione bilaterale Russia-Usa con il suo omologo americano, Joe Biden. "Dobbiamo trovare il modo di normalizzare queste relazioni che sono attualmente a un livello molto basso", ha detto Putin al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo parlando del vertice con Biden che si terrà a Ginevra il 16 giugno.

Il presidente ha aggiunto che il motivo principale delle tensioni con gli Usa non sono le dispute politiche, ma la volontà americana di "intralciare" lo sviluppo della Russia.

Putin, in una intervista a Channel One, ha poi commentato le recenti accuse rivolte alla Russia di aver effettuato cyber attacchi contro gli Usa. Manovre che potrebbero essere un tentativo di provocare uno scontro prima del vertice e che invece il presidente bolla come  una tesi che "fa semplicemente ridere".

La questione bielorussa

I servizi segreti russi non hanno nulla a che fare con il dirottamento del volo Ryanair sul quale viaggiava il dissidente Roman Protasevich, ha chiarito Putin. "Ho visto che il vertice della Nato ha affermato in una dichiarazione che la Russia potrebbe essere coinvolta (nel dirottamento, ndr). Bene, posso semplicemente dirvi che la Nato è in pericolo se la sua leadership dice cose simili", ha affermato il capo di Stato russo.

"Vuol dire che ci sono persone che non capiscono cosa può accadere" ha aggiunto. "Nessuna cooperazione internazionale è infatti possibile in una situazione simile". Putin ha invece spiegato che "a Mosca abbiamo sottoposto a detenzione coloro che avevano pianificato un golpe e l'assassinio di Lukashenko. Ma lo abbiamo fatto su richiesta del Kgb bielorusso".