Eruzione vulcanica in Islanda, istituita no-fly nell'area

Eruzione vulcanica in Islanda, istituita no-fly nell'area

Una nuvola rossa ha illuminato il cielo a circa 40 chilometri da Reykjavik. Il sistema vulcanico Krysuvik era inattivo da 900 anni

islanda vulcano eruzione reykjavik

AGI - Un'eruzione vulcanica si è verificata in Islanda, a circa 40 chilometri dalla capitale Reykjavik. Una nuvola rossa ha illuminato il cielo nella notte ed è stata istituita una no-fly nell'area. Il sistema vulcanico di Krysuvik si trova a sud del monte Fagradalsfjall, sulla penisola di Reykjanes, nel Sud-Ovest del Paese.

"L'eruzione vulcanica è iniziata a Fagradalsfjall. Il codice è rosso, ma i sismometri registrano pochissima turbolenza", ha twittato l'agenzia meteorologica nazionale. A pochi chilometri di distanza ci sono l'aeroporto internazionale di Keflavik e il piccolo porto peschereccio di Grindavik, ma l'area è disabitata e l'eruzione non dovrebbe causare pericoli.

Il sistema vulcanico Krysuvik è inattivo da 900 anni, mentre l'ultima eruzione sulla penisola di Reykjanes risale a quasi 800 anni fa, essendosi verificata nel 1.240. Il 24 febbraio scorso è stato registrato un terremoto di magnitudo 5,7 alla periferia di Reykjavik, seguito da più di 50 mila scosse di minore intensità, il numero più alto dall'inizio delle registrazioni digitali nel 1991.