In Germania le scuole non chiudono, "Non sono focolai"

In Germania le scuole non chiudono, "Non sono focolai"

Per i bambini il tasso di infezione è decisamente più basso, osserva il ministro della Salute, Jens Spahn

germania scuole restano aperte covid

© AFP - Un'aula tedesca

AGI - Le scuole e gli asili non chiuderanno i battenti in Germania nonostante il forte aumento dei contagi, che secondo il Robert Koch Institut ha superato i 7.000 nuovi casi al giorno. A detta della ministra per la famiglia, Franziska Giffey, il blocco della vita scolastica sarà "solo l'ultimissimo mezzo" e che una tale misura "per ora non è prevista". Della stessa opinione la presidente della conferenza dei ministri per l'istruzione dei Laender, Stefanie Hubig: "Siamo tutti d'accordo che il diritto all'istruzione rimane la più alta priorità. Per gli studenti, per i docenti e anche per i genitori è cruciale che le lezioni avvengano in presenza".

Secondo Giffey e Hubig, i numeri dimostrano che le scuole e gli asili non sono i "propagatori" della pandemia da coronavirus. Stando alle relazioni del Robert Koch Institut e dell'Istituto tedesco per la gioventù, nelle scorse settimane meno dell'1 per cento degli asili hanno dovuto chiudere i battenti a causa di infezioni. Sarebbero meno di dieci i piccoli focolai registrati, su un totale di circa 57 mila asili.

Il rischio cresce con l'età

È d'accordo anche il ministro alla Sanità Jens Spahn: nei bambini fino ai cinque anni il tasso d'infezione è decisamente più basso della media, così come tra i ragazzi e i giovani la maggior parte dei decorsi sono molto leggeri. 

A detta del Roberto Koch Institut - il centro epidemiologico nazionale - il rischio di ammalarsi e di contagiare il prossimo cresce con l'età. In generale, finora circa l'98% degli studenti ha potuto partecipare alle lezioni in presenza, stando ad un sondaggio effettuato dai ministri dell'istruzione dei Laender.

Su circa 100 milioni di studenti, complessivamente sono state alcune decine di migliaia i giovani che si sono dovuti sottoporre a temporanee quarantene. Nondimeno, in molti Laender è obbligatorio portare la mascherina durante le lezioni, per esempio in Baviera e in Nord-Reno Vestfalia. Per quanto riguarda i tamponi, questi vengono effettuati solo quando si è in presenza di un sospetto di contagio: non sono, ad oggi, previsti test 'di massa' nelle scuole tedesche.