Deputato argentino bacia il seno della moglie in videoconferenza, sospeso 

Deputato argentino bacia il seno della moglie in videoconferenza, sospeso 

Video virale sui social. Il parlamento comunicherà la sanzione. Il parlamentare della provincia settentrionale di Salta: "Ero convinto di non essere collegato"

Argentina seno moglie bacia deputato

AGI - Seduta parlamentare 'piccante' nell’emiciclo di Buenos Aires: in piena videoconferenza un deputato ha baciato il seno della moglie, costringendo il presidente a fermare i lavori e a sospenderlo. Tra 5 giorni il Parlamento comunicherà la sanzione inflitta a Juan Emilio Ameri, questo il nome del parlamentare coinvolto nella vicenda che in queste ore fa scalpore sui media argentini e spopola sui social.

Pizzicato mentre stringe a sé la compagna e tira fuori il suo seno da una t-shirt di colore nero per baciarlo, il parlamentare della provincia settentrionale di Salta si è difeso dicendo che era convinto di non essere connesso al momento dell’effusione amorosa. La scena, però, è stata ritrasmessa sullo schermo gigante istallato nell’emiciclo, dove a causa delle restrizioni per il Covid-19 si riunisce solo una parte dei deputati, mentre gli altri sono collegati in videoconferenza.

La sessione è stata prima interrotta e poi sospesa. Sui social il video della scena audace è subito diventato virale, visto e condiviso decine di migliaia di volte, accompagnato da commenti pesanti. “Durante questi mesi di telelavoro abbiamo vissuto situazioni molto diverse. Un deputato si è addormentato, un altro si è nascosto, ma oggi abbiamo assistito ad una situazione che supera le regole di decoro di questa casa”, ha commentato il presidente del Parlamento, Sergio Massa.

“Qui, all’interno del Paese, la connessione è molto scarsa. La mia compagna stava uscendo dal bagno e le ho chiesto come stavano le sue protesi e l’ho baciata. Dieci giorni fa è stata operata per inserire delle protesi mammarie”, ha spiegato, scusandosi, il 47enne Ameri, esponente della coalizione di governo Frente de Todos del presidente di centro-sinistra Alberto Fernandez, subito espulso dopo l'accaduto.

Intervistato dall’emittente televisiva Todos Noticias, ha riferito della “grande vergogna” provata e si è rammaricato per un “incidente spiacevole dovuto a una cattiva connessione alla rete”, sottolineando che non intende rassegnare le dimissioni e sta aspettando la decisione dei colleghi. Ameri, padre di tre bambini, ha anche detto che da allora sua moglie “sta molto male e non fa altro che piangere”.