Trump vuole una donna alla Corte Suprema entro la prossima settimana

Trump vuole una donna alla Corte Suprema entro la prossima settimana

Il presidente vuole annunciare il successore di Ruth Bader Ginsuburg prima del dibattito con Biden del 29 settembre

trump prossima settimana donna Corte Suprema

© MANDEL NGAN / AFP - Donald Trump  

AGI - “A me piacciono le donne più di quanto piacciano a loro. E ne metterò una alla Corte Suprema la prossima settimana”, ha detto Donald Trump a Fayetteville, North Carolina. Per “loro” intendeva i democratici

"Sarà una donna, una donna molto talentuosa e brillante", ha assicurato Truump, aggiungendo che non ha ancora fatto una scelta, ma sottolineando di avere "numerose donne" nella sua lista.

L'inquilino della Casa Bianca dunque vuole che la nomina del nuovo giudice della Corte Suprema avvenga subito. Come si legge in un messaggio postato dal presidente sul suo profilo Twitter. "Siamo stati messi in questa posizione di potere e importanza per prendere decisioni per le persone che ci hanno eletto con tanto orgoglio, la più importante delle quali è stata a lungo considerata la selezione dei giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti", ha scritto. "Abbiamo questo obbligo, senza indugio!", conclude il "tweet".

Tre nomi su tutti

Secondo la Cnn Trump vorrebbe annunciare il successore di Ruth Bader Ginsburg alla Corte Suprema prima del primo dibattito per le presidenziali con Joe Biden, previsto per il 29 settembre.

Tra le persone sotto stretta considerazione per l'alta corte ci sono tre donne che sono giudici delle corti d'appello federali: Amy Coney Barrett, amata dai conservatori e tra le prime favorite; Barbara Lagoa, ispanica e originaria dello stato della Florida; e Allison Jones Rushing, che ha lavorato per il giudice Clarence Thomas e per Neil Gorsuch, quando l'attuale giudice nominato Trump era un giudice della corte d'appello.

Ma anche fra i repubblicani c'è chi frena, come la senatrice moderata Susan Collins, che ha chiesto che sia il vincitore delle presidenziali Usa del 3 novembre a nominare il successore di Ginsburg.

"In tutta onestà nei confronti del popolo americano, la decisione sulla nomina alla Corte Suprema dovrebbe essere presa dal presidente eletto il 3 novembre", ha twittato Collins, chiedendo al Senato di non votare un candidato prima delle elezioni.