Trump: "Probabile un vaccino contro il coronavirus a ottobre"

Trump: "Probabile un vaccino contro il coronavirus a ottobre"

Il presidente: "Ho parlato con Pfizer che sta facendo grandi progressi". A una domanda sul presunto avvelenamento dell'oppositore russo Aleksei Nalvalny, ha risposto: "Non abbiamo ancora prove".

coronavirus trump vaccino probabile entro ottobre

© Brendan Smialowski/AFP - Il presidente americano Donald Trump durante la conferenza stampa alla Casa Bianca

AGI - "Pensiamo che probabilmente possiamo avere il vaccino contro il virus durante il mese di ottobre". Lo ha dichiarato il presidente americano, Donald Trump durante una conferenza stampa alla Casa Bianca. "Ho parlato con Pfizer che sta facendo grandi progressi", ha aggiunto. 

Trump ha assicurato: "Riguardo la pandemia di nuovo coronavirus, stiamo girando l'angolo". E ha rivendicato che "il lavoro che fatto" sul coronavirus "è incredibile" e "non ce ne viene riconosciuto alcun merito". Secondo Trump: "Senza le nostre azioni contro il virus cinese saremmo ora a un bilancio di 2 milioni di morti". 

Il presidente ha risposto ai giornalisti anche sul  presunto avvelenamento dell'oppositore russo, Aleksei Navalny: "Non so esattamente cosa sia successo, è una cosa tragica, terribile. Non abbiamo ancora prove, ci guarderò", ha dichiarato. Per gli Usa, ha proseguito, "è ok" se la Germania dovesse agire contro la Russia, ma "gli Usa non hanno visto le prove della Germania e non sono ancora arrivati a una conclusione sulla questione". Trump ha specificatoo che "non sarebbe felice" se dovesse essere colpa della Russia. 

Trump, ha ventilato che sia stato l'ex capo di gabinetto della Casa Bianca, John Kelly, la fonte delle rivelazioni al magazine Atlantic secondo cui avrebbe detto che i soldati morti in Vietnam erano "perdenti" e fessi": "Potrebbe essere stato qualcuno come John Kelly", ha detto, e poi ha continuato nel criticarlo, aggiungendo che era un debole: "Non era in grado di gestire la pressione di questo lavoro". Quella di Atlantic, ha sostenuto Trump, "è una bufala".