A New York l'88% dei contagiati attaccati al ventilatore non ce la fa

A New York l'88% dei contagiati attaccati al ventilatore non ce la fa

Secondo uno studio pubblicato Journal of American Medical Association nello Stato americano è morto il 20% delle persone ricoverate in seguito al contagio da nuovo coronavirus 

Coronavirus morti new york ventilatori

© Johannes EISELE / AFP 
- Coronavirus, New York

Nella più grande rete sanitaria di New York, la Northwell Health, l'88% dei pazienti malati di Covid-19 attaccato a un ventilatore è deceduto. È quanto risulta da uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association e citato dalla Cnn.

Complessivamente, invece, è morto circa il 20% dei pazienti Covid-19 curati dalla Northwell Health. Altre relazioni, minori, hanno indicato addirittura che è improbabile che i pazienti che necessitano di ventilazione sopravvivano.

 

 

Il team ha esaminato le cartelle cliniche elettroniche di 5.700 pazienti con coronavirus ricoverati presso la Northwell Health e di 2.634 era stato riportato l'esito finale del trattamento. ​I dati confermano ciò che i medici avevano già compreso sul coronavirus: la maggior parte delle persone che si ammala gravemente ha malattie pregresse.

Più della metà, o il 57%, aveva la pressione alta, il 41% era obeso e il 34% aveva il diabete. "Dei pazienti deceduti, quelli con diabete avevano maggiori probabilità di finire in terapia intensiva o ricorrere ai ventilatori", hanno scritto i ricercatori. ​