New York, aggredisce agente con una mannaia, arrestato

Momenti di terrore nel cuore di Manhattan. Per fermarlo, sparati ben 18 colpi di arma da fuoco

New York, aggredisce agente con una mannaia, arrestato
New York Manhattan Akram Joudeh con ascia a Penn Station (afp) 

New York - Paura nel cuore di Manhattan. Un uomo con precedenti penali e armato di un'ascia ha ferito alla testa un agente fuori servizio prima di essere raggiunto dagli spari delle forze di polizia e neutralizzato. La polizia ha escluso il movente terroristico. E' accaduto nelle ore di punta di giovedi' pomeriggio, tra il panico di turisti e pendolari. L'uomo, Akram Joudeh, brandiva un'ascia nei pressi della Penn Station, intorno alle 17 ora locali; e la polizia ha sparato 18 volte per fermarlo: era in collera -hanno spiegato piu' tardi le autorita'- perche' aveva trovato bloccata l'auto in cui viveva accampato. Quando la polizia ha cercato di arrestarlo, ha resistito e ferito gravemente uno di loro. Ferito dagli agenti, e' stato ricoverato in condizioni critiche. Attacchi di questo tipo in pieno giorno sono piuttsoto rari a Manhattan, dove il tasso di criminalita' e' diminuito enormemente negli ultimi tempi. (AGI)