Nelle grandi città dell'Ue 24% abitanti a rischio povertà

Eurostat: in Italia nei centri urbani solo il 61,3% lavora 

Bruxelles - Circa un quarto dei 124 milioni di cittadini europei che vivono nelle grandi città (pari al 41% della popolazione fra i 20 e i 64 anni) è a rischio povertà: piu' precisamente, secondo i calcoli di Eurostat, si tratta del 24,4% contro il 22,2% delle città piu' piccole e delle periferie e il 27,1% delle zone rurali. Il dato sale in Italia (dove i "cittadini" sono solo 11,8 milioni, ovvero un terzo degli adulti di età compresa fra i 20 e i 64 anni) al 27,8% in citta' e al 33,7% in campagna. L'istituto statistico Ue ha oggi diffuso, in occasione della firma per una "agenda urbana europea" ad Amsterdam, un rapporto sulla situazione nelle città. Ad avere un lavoro, fra gli abitanti dei centri urbani, e' il 70% degli europei, ma il 61,3% in Italia. (AGI)