M. O.: videoreporter italiano Afp aggredito e ferito da truppe israeliane in Cisgiordania

(AGI) - Beit Furik - Unvideoreporter italiano dell'agenzia France Presse, AndreaBernardi, ed un altro collega, il palestinese Abbas Momani,hanno  

(AGI/AFP) - Beit Furik (Cisgiordania), 26 set. - Unvideoreporter italiano dell'agenzia France Presse, AndreaBernardi, ed un altro collega, il palestinese Abbas Momani,hanno denunciato di essere stati aggrediti ieri da soldatiisraeliani a Beit Furik in Cisgiordania. Le truppe israeliane,riferisce Bernadi, hanno sequestrato e distrutto il loroequipaggiamento, telecamere, macchine fotografiche e uncellulare, dopo che avevano ripreso le immagini del funerale diun palestinese ucciso da Tsahal. Come appare in un videodiffuso dall'agenzia locale un soldato si e' avvicinato aBernardi strappandogli la telecamera e distruggendolasbattendolo a terra con violenza per poi portarlo lontano dauna barricata improvvisata dai palestinesi. Bernardi quindi ha raccontato di essere stato sbattuto aterra dai soldati e colpito al fianco con un'arma. E' statotenuto schiacciato sul terreno da un soldato israeliano -afferma - che lo teneva immobilizzato facendo pressione con unginocchio sul petto sino a quando non e' riuscito ad estrarredalla tasca le sue credenziali da giornalista. Alla fine hariportato lesioni alle costole e ad un occhio. (AGI) Al momento dell'aggressione, entrambi indossavano giubbottianti proiettili con stampata, davanti e dietro, la scritta"press". L'incidente e' stato filmato e diffuso online da altricolleghi dell'agenzia locale PalmediaL'agenzia France Presse ha protestato con le autorita'israeliane che hanno annunciato l'adozione "misuredisciplinari" contro i militari responsabili, ha spiegato ilcolonnello, Peter Lerner, portavoce di Tsahal. (AGI) .