M. O.: proseguono i raid di Israele, 184 vittime e 1.200 feriti in 7 giorni

(AGI) - Gaza - Nel settimo giorno dell'offensivaisraeliana sulla Striscia di Gaza si contano stasera altre 5vittime che portano il totale  [...]

(AGI) - Gaza, 14 lug. - Nel settimo giorno dell'offensivaisraeliana sulla Striscia di Gaza si contano stasera altre 5vittime che portano il totale - del tutto provvisorio - a quota184 vittime e circa 1.200 feriti in una settimana. Cifra chesupera le vittime dell'ultima operazione israeliananell'enclave costiera, Pilastro di Difesa, durata una settimanadal 14 al 21 novembre 2012. Lo riferiscono fonti medichepalestinesi citate dal portavoce dei servizi di emergenzaAshraf al-Qudra. Tra le ultime vittime tre a Rafh, nel suddella Striscia, tra cui un bambino di 4 anni e due a KhanYunis. Per gli Usa Israele puo' procedere con la rappresagliaal lancio continuo di razzi da Gaza ma solo con i raid aerei,ma non procedere alla grande invasione, per cui ha ammassato alconfine 40.000 soldati e decine di carri armati. Lo hachiarito la Casa Bianca che e' tornata a chiedere all'alleatoisraeliano di non procedere le operazioni di terra perche'queste metterebbero a rischio la vita di un maggior numero dicivili palestinesi rispetto all'attuale offensiva aerea controHamas. Allo stesso tempo la Casa Bianca ha pero' ribadito illegittimo "diritto" e la "responsabilita'" di Israele didifendere i suoi civili. Hamas appare sempre piu' "pronto" perun cessate il fuoco con Israele. Ad affermarlo e' una fonteall'interno delle forze armate israeliane al quotidiano"Haaretz". Il movimento di resistenza islamico che controllaGaza da meta' 2007, secondo la fonte anonima, sarebbe ormai"maturo" per una tregua. "Hamas vuole chiudere la partita condei traguardi raggiunti. E il drone utilizzato stamane (eabbattuto dalle forze israeliane, ndr) e' una sorta ditraguardo", ha spiegato la fonte, secondo cui e' assaiprobabile che sia Hamas che il movimento del Jihad islamicopalestinese vogliano "chiudere la faccenda al piu' presto". .