Lotta a Isis: controffensiva, Baghdad si riprende Tikrit

AGI) - Roma, 11 mar. - E' in pieno svolgimento lacontroffensiva del governo iracheno per riconquistare Tikrit,la citta' natale di Saddam Hussein e strapparla all'Isis. Aldecimo giorno di offensiva, i militari dell'esercito iracheno,sostenuti delle milizie sciite della Mobilitazione popolare,vicine all'Iran, e le formazioni tribali sunnitefilo-governative, sono penetrati nella citta' e hanno gia'riconquistato buona parte di un quartiere a nord-est, Qadisiya.E sono almeno quindici nelle ultime 24 ore i nuovi raid aereicondotti dalla coalizione internazionale guidata dagli Usacontro postazioni jihadiste nei territori controllati dalloStato Islamico. E' la prima avanzata all'interno

AGI) - Roma, 11 mar. - E' in pieno svolgimento lacontroffensiva del governo iracheno per riconquistare Tikrit,la citta' natale di Saddam Hussein e strapparla all'Isis. Aldecimo giorno di offensiva, i militari dell'esercito iracheno,sostenuti delle milizie sciite della Mobilitazione popolare,vicine all'Iran, e le formazioni tribali sunnitefilo-governative, sono penetrati nella citta' e hanno gia'riconquistato buona parte di un quartiere a nord-est, Qadisiya.E sono almeno quindici nelle ultime 24 ore i nuovi raid aereicondotti dalla coalizione internazionale guidata dagli Usacontro postazioni jihadiste nei territori controllati dalloStato Islamico. E' la prima avanzata all'interno della citta' da quando, agiugno, cadde in mano all'Isis. I militari sono riusciti aissare la bandiera nazionale irachena sull'ospedale militaredel quartiere. Minori invece i progressi nel settore sud eoccidentale della citta'. L'offensiva a cui partecipano oltre 30mila uomini e'aiutata dall'Iran che coordina i militari e le milizieimpegnate. Martedi' le truppe avevano conquistato la citta' dial-Alam, all'estremita' settentrionale di Tikrit, spianando lastrada all'attacco della citta' stessa. Al termine di diversegiornate di intensi bombardamenti e pesanti combattimenti neivillaggi circostanti, militari e milizie controllano adessoanche i sobborghi di al Hayakel, al Daiyoum, al Asry e alSinai. E secondo le fonti, nelle prossime ore "l'esercitoinnalzera' la bandiera dell'Iraq sul tetto del palazzo delgovernatorato di Salah al Din". "La citta' - ha spiegato il ministro degli Affariprovinciali di Baghdad, Ahmed Abdullah al Jubouri- e' statacircondata dall'esercito iracheno e dalle forze sciite,costringendo alcuni combattenti dello Stato islamico a fuggireverso Huwaija", piu' a nord. L'avanzata e' rallentata dallemine, circa seimila mine anti-uomo piazzate dallo Statoislamico. Stamane le truppe si sono dovute fermare, perche'finite sotto i colpi dei cecchini e per disinnescare gliordigni esplosivi piazzati negli edifici o nascoste lungo lestrade. Alla periferia occidentale della citta', l'offensiva e'stata fermata da un campo minato. Sono fonti irachene che riferiscono dell'avanzata, notizieche non possono essere verificate. Se davvero il governoiracheno a guida sciita riuscisse a riconquistare Tikrit,sarebbe la prima grande citta' strappata ai jihadisti sunniti edarebbe slancio alla prossima, fondamentale tappa dellacampagna, la riconquista di Mosul. (AGI).