Libia: lungo colloquio Moavero-Salameh, Italia lavora a Conferenza

Libia: lungo colloquio Moavero-Salameh, Italia lavora a Conferenza
Foto: Pierpaolo Scavuzzo / AGF 
Enzo Moavero Milanesi  

L'Italia condanna le violenze in Libia, sostiene il lavoro delle Nazioni Unite nel paese africano e conferma di lavorare alla Conferenza internazionale che si terrà in autunno. Il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, "segue con grande attenzione l'evolversi della situazione", spiega una nota della Farnesina, e "ribadisce il pieno sostegno italiano alle legittime istituzioni libiche e al Piano d'Azione delle Nazioni Unite. L'Italia condanna gli episodi di violenza e invita tutte le parti ad una soluzione pacifica e negoziata". Il capo della diplomazia italiana, prosegue la nota, "ha avuto questa sera una lunga conversazione telefonica con il Rappresentante Speciale del Segretario Generale Onu per la Libia, Ghassan Salameh, nel corso della quale ha appreso la sua valutazione sui recenti eventi e sulle azioni da lui intraprese per superare le tensioni e l'attuale fase di instabilità". Moavero e Salameh "si riparleranno nuovamente nei prossimi giorni".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it