Libia: Gentiloni vede presidente Camera, impegno per dialogo

(AGI) - New York, 30 set. - Il ministro Esteri Paolo Gentiloniha incontrato il presidente della Camera dei rappresentantilibica Aghila Saleh, a margine dell'Assemblea generale delleNazioni Unite. "Il negoziato in corso condotto dalle NazioniUnite per la conclusione di un accordo politico tra le partiche ponga fine alla crisi in Libia e' giunto ad una svoltacruciale. E' quindi fondamentale che tutti gli attori assumanole rispettive responsabilita' e compiano uno sforzo perconsentire senza ulteriori ritardi la formazione di un governodi unita' nazionale", ha affermato Gentiloni, che ha ancheconfermato il pieno sostegno dell'Italia

(AGI) - New York, 30 set. - Il ministro Esteri Paolo Gentiloniha incontrato il presidente della Camera dei rappresentantilibica Aghila Saleh, a margine dell'Assemblea generale delleNazioni Unite. "Il negoziato in corso condotto dalle NazioniUnite per la conclusione di un accordo politico tra le partiche ponga fine alla crisi in Libia e' giunto ad una svoltacruciale. E' quindi fondamentale che tutti gli attori assumanole rispettive responsabilita' e compiano uno sforzo perconsentire senza ulteriori ritardi la formazione di un governodi unita' nazionale", ha affermato Gentiloni, che ha ancheconfermato il pieno sostegno dell'Italia e della comunita'internazionale all'azione del rappresentante speciale delsegretario generale delle Nazioni Unite Bernardino Leon e hasottolineato l'impossibilita' di risolvere il conflittoattraverso l'azione militare. In questa prospettiva, il ministro ha incoraggiato laCamera dei rappresentanti a continuare l'impegno fin quidimostrato nel dialogo intra-libico per raggiungere unasoluzione negoziata della crisi sulla base dell'accordoelaborato da Leon con il contributo delle parti. Gentiloni hacolto l'occasione per riaffermare l'impegno dell'Italia asostenere il futuro governo di unita' nazionale, insieme allacomunita' internazionale, nella sua opera di stabilizzazione edi ricostruzione delle basi per il progresso del paese e peruna convivenza pacifica e democratica. (AGI).