Libia: Gentiloni, Italia rispondera' a richieste nuovo governo

(AGI) - Il Cairo. - "L'Italia e' pronta a rispondere daogni punto di vista alle richieste che arriveranno dal nuovogoverno di  

(AGI) - Il Cairo, 7 giu. - "L'Italia e' pronta a rispondere daogni punto di vista alle richieste che arriveranno dal nuovogoverno di unita' nazionale libico": lo ha detto il ministrodegli Esteri, Paolo Gentiloni, nel corso della conferenzastampa al termine della trilaterale con i colleghi di Algeriaed Egitto, al Cairo. Ma anche i libici - ha aggiunto il capodella diplomazia italiana - devono sapere che opporsi a unasoluzione diplomatica della crisi e' una scelta grave per ilpopolo libico perche' a essa non ci sono alternative". "Credoche ci sia la consapevolezza da parte di tutti - ha proseguito- che il tempo non e' illimitato e che nel giro delle prossimedue settimane ci si gioca molte delle possibilita' diraggiungere una intesa", tra le due fazioni libiche. "Vedoquesta consapevolezza crescere - ha osservato il ministro - emi auguro che la spinta che viene da Italia, Egitto e Algeria eche verra' anche dal G7 e da altri Paesi, sia una spinta cheinduca finalmente i libici a capire che un accordo e' nel lorointeresse". Dall'incontro odierno giunge quindi "un messaggioalle parti libiche ad unirsi e ad assecondare i tentativi dimediazione delle Nazioni Unite", ha spiegato il titolare dellaFarnesina. "Entro le prossime due settimane bisogna arrivare adun risultato se si vuole puntare ad un governo di unita'nazionale", ha ribadito Gentiloni. "La stabilizzazione dellaLibia e' uno dei problemi principali e il tempo non e' unavariabile indipendente, ma e' cruciale". (AGI).