Libano: capo Unifil incontra ministro Difesa su sicurezza area

(AGI) - Beirut, 16 dic. - La situazione nell'area diresponsabilita' della missione Unifil e i temi relativi alconseguimento della cessazione permanente delle ostilita',fissata dalla Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezzadell'Onu, sono stati al centro del colloquio che oggi ha vistoimpegnato il capo missione e comandante militare, generaleLuciano Portolano, e il vice premier e ministro della Difesalibanese, Samir Moqbel. Al termine della riunione, il generalePortolano si e' detto soddisfatto, sottolineando "dobbiamocontinuare a lavorare a stretto contatto con le forze armatelibanesi (LAF) e proseguire nella cooperazione strategica cheha consentito, finora, di

(AGI) - Beirut, 16 dic. - La situazione nell'area diresponsabilita' della missione Unifil e i temi relativi alconseguimento della cessazione permanente delle ostilita',fissata dalla Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezzadell'Onu, sono stati al centro del colloquio che oggi ha vistoimpegnato il capo missione e comandante militare, generaleLuciano Portolano, e il vice premier e ministro della Difesalibanese, Samir Moqbel. Al termine della riunione, il generalePortolano si e' detto soddisfatto, sottolineando "dobbiamocontinuare a lavorare a stretto contatto con le forze armatelibanesi (LAF) e proseguire nella cooperazione strategica cheha consentito, finora, di prevenire incidenti e trovaresoluzioni pacifiche". Il comandante di Unifil ha poi espressola massima stima e ammirazione - spiega un comunicato - perl'impegno e i sacrifici che i soldati libanesi stannosostenendo per la sicurezza della propria gente e l'integrita'territoriale del proprio Paese". In tale contesto - ha conclusoPortolano - "ho ribadito il massimo impegno di Unifil nelrafforzare le capacita' delle forze armate libanesi. Inparticolare, ho sottolineato l'importanza dell'intervento dellacomunita' internazionale per la fornitura delle risorsenecessarie per la creazione di forze armate in grado diadempiere efficacemente ai compiti assegnati dalla Risoluzione1701". Attualmente, sono in atto una serie di programmi voltiallo sviluppo delle capacita' delle LAF, nati da iniziativebilaterali e/o collegiali. Nel dettaglio, esistono duemeccanismi che hanno dato di recente un impulso allo sviluppodella Difesa libanese in tutti settori, da quello operativo aquello logistico e addestrativo: si tratta dello StrategicDialogue e dell'International Support Group for Lebanon. Ilprimo e' un'iniziativa nata nel 2010, volta a rafforzare le LAFcon specifico riferimento al mandato della Risoluzione 1701.Nel 2013 e' stato firmato lo Strategic Dialogue Plan cheindividua gli obiettivi che dovranno essere raggiunti in fasisuccessive per arrivare alla creazione di una forza in grado diassumere il pieno e autonomo controllo dell'area diresponsabilita'. La necessita' di poter contare su un Libanostabile e in grado di fronteggiare efficacemente i risvoltidella crisi siriana sul proprio territorio, non solo a sud delfiume Litani dove opera Unifil, e' stata successivamenterecepita dall'International Support Group for Lebanon, consessointernazionale creato nel 2013 a cui tra gli altri partecipal'Italia, volto a supportare finanziariamente il governolibanese per lo sviluppo mirato delle sue forze armate. (AGI)