La sonda Philae ha le batterie a rischio, pannelli in zona ombra

(AGI) - Darmstadt (Germania), 13 nov. - Philae potrebbe avereben presto le batterie scariche. La posizione del veicolo inpenombra sul pendio di un cratere della cometa 67P su cui e'atterrato mercoledi' impedirebbe al sole di fornire energia asufficienza e cosi' consentirgli di proseguire le operazioni.La difficolta' si aggiunge all'instabilita' del veicolo, che e'ancorato al suolo solo con due dei suoi tre arpioni. Dopo il primo 'touchdown', il lander e' rimbalzato percirca un chilometro e poi si e' assestato nell'ultimaposizione. L'accometaggio e' il coronamento di un'ambiziosasfida lanciata dall'Agenzia spaziale europea (Esa) dieci

(AGI) - Darmstadt (Germania), 13 nov. - Philae potrebbe avereben presto le batterie scariche. La posizione del veicolo inpenombra sul pendio di un cratere della cometa 67P su cui e'atterrato mercoledi' impedirebbe al sole di fornire energia asufficienza e cosi' consentirgli di proseguire le operazioni.La difficolta' si aggiunge all'instabilita' del veicolo, che e'ancorato al suolo solo con due dei suoi tre arpioni. Dopo il primo 'touchdown', il lander e' rimbalzato percirca un chilometro e poi si e' assestato nell'ultimaposizione. L'accometaggio e' il coronamento di un'ambiziosasfida lanciata dall'Agenzia spaziale europea (Esa) dieci annifa e che potrebbe svelare molti segreti sulla nascita delSistema solare. "La carca dalla batteria e' limitata ", haspiegato Fred Jansen, manager della missione, "e i pannellisolari non sono molto illuminati. Non sappiamo quanto durera'".Le batterie potrebbero esaurire la carica gia' domani: nellaposizione in cui si trova Philae potrebbe ricevere solo un'orae mezzo di luce al giorno invece delle 6-7 previste nel pianooriginario dell'Agenzia spaziale europea. Al centro dicontrollo di Darmstadt stanno valutando se modificare laposizione del veicolo, ma l'instabilita' sul terreno rende lamanovra potenzialmente rischiosa. (AGI).