Kosovo: rispetto della diversita' di genere nelle attivita' Kfor

(AGI) - Pristina (Kosovo), 2 dic. - La sicurezza dell'area el'importanza del rispetto della diversita' di genere (genderperspective) nelle attivita' svolte dagli uomini e donne diKfor sono stati tra i temi affrontati dal comandante dellaforza multinazionale in Kosovo, generale di divisione FrancescoPaolo Figliuolo, nell'incontro avuto con la "Rappresentantespeciale della Nato per le donne, la pace e la sicurezza",Marriet Schuurman. L'incontro si e' tenuto a "Camp Film City",sede del comando della missione Nato. "Nella missione Kfor laprospettiva di genere rappresenta un'importante linea guida perla condotta delle nostre attivita'. La prospettiva di

(AGI) - Pristina (Kosovo), 2 dic. - La sicurezza dell'area el'importanza del rispetto della diversita' di genere (genderperspective) nelle attivita' svolte dagli uomini e donne diKfor sono stati tra i temi affrontati dal comandante dellaforza multinazionale in Kosovo, generale di divisione FrancescoPaolo Figliuolo, nell'incontro avuto con la "Rappresentantespeciale della Nato per le donne, la pace e la sicurezza",Marriet Schuurman. L'incontro si e' tenuto a "Camp Film City",sede del comando della missione Nato. "Nella missione Kfor laprospettiva di genere rappresenta un'importante linea guida perla condotta delle nostre attivita'. La prospettiva di genere e'infatti perfettamente integrata in tutti i processi decisionaliin quanto, oltre ad essere una nostra priorita', si e' rilevataun chiaro fattore di successo", ha affermato il gen. Figliuolo. Tutte le attivita' quotidiane svolte dai militari in Kosovovedono impegnati in ugual modo uomini e donne, come negliassetti Liason Monitoring Teams (LMT), deputati a rapportarsiquotidianamente con le autorita' politiche, sociali e religioselocali. .