Kiev offre piu' autonomia a Est ma ai separatisti non basta

(AGI) - Roma -  Il presidente ucraino, PetroPoroshenko, ha promesso di dare maggiore autonomia alle regioniseparatiste nell'est del Paese, anche se  [...]

(AGI) - Roma, 10 set. - Il presidente ucraino, PetroPoroshenko, ha promesso di dare maggiore autonomia alle regioniseparatiste nell'est del Paese, anche se ha escluso che uno'statuto speciale' per le zone controllate dai filorussi sia unpasso verso una struttura federale del Paese o la perditaparziale di sovranita' sulle regione di Donetsk e Lugansk. "Il protocollo di Minsk non contempla la struttura federaleo l'alienazione (di territori). Prevede il ristabilirsi e laconservazione della sovranita' dell'Ucraina in tutto ilterritorio del Donbass", il 'cuore' industriale del Paese checomprende Donetsk e Lugansk. Il documento in 12 punti varatovenerdi' dal Gruppo di Contato per la crisi (Ucraina, Russia,Osce e separatisti filorussi) nella capitale bielorussa impegnaKiev a d approvare una legge "sul regime temporaneo diautogoverno in determinate zone" delle regioni orientali, lalegge di statuto speciale. Poroshenko ha anticipato che ilprogetto sara' inviato alla Rada Suprema, il Parlamentoucraino, la prossima settimana e ha chiesto ai deputati cheappoggino l'iniziativa. "Da questa legge dipende il destinodella pace: il progetto garantira' un ritorno pacifico diqueste zone sotto la sovranita' ucraina", ha insistito illeader ucraino nel corso di una riunione del governo. Ma ileader separatisti danno una interpretazione diversadell'accordo di Minsk e insistono nel reclamare la loroindipendenza dal resto dell'Ucraina. "Non teniamo inconsiderazione l'ipotesi di rimanere parte dell'Ucraina", hadetto il capo della delegazione dei separatisti al Gruppo diContato, Andrei Purgin. E ha anche insinuato che i ribelli nonriconosceranno affatto la legge di statuto speciale nei terminianticipati da Poroshenko: "L'adozione di qualsivoglia legge perl'Ucraina e' una questione interna dell'Ucraina e non ciriguarda in nessuna maniera. Siamo uno Stato sovrano e speriamodi avere relazioni di buon vicinato con l'Ucraina". Adesso occorrera' vedere cosa fara' Bruxelles delleeventuali nuove sanzioni. Poroshenko ha annunciato che Mosca haritirato dall'Ucraina orientale il grosso delle sue forze. Ilcancelliere tedesco, Angela Merkel, ha esortato i Ventotto adandare avanti e ha condizionato l'eventuale sospensione alfatto che si rispetti "totalmente" il cessate il fuoco e ilpiano di pace concordato tra Kiev e Mosca. Intanto Amnesty International ha pubblicato un rapporto chedocumenta, tramite immgini satellitari e testimonianze, leprove di crimini di guerra compiuti da entrambi i fronti neicinque mesi di conflitto. (AGI)