Italia-Messico: Gentiloni, grandi opportunita' per nostre imprese

(AGI) - Citta' del Messico, 9 mar. - Affari politici, affarigiuridici e di sicurezza, cooperazione economica e finanziaria;cooperazione educativa, culturale, scientifica, e tecnologica.Sono i temi affrontati oggi - con relative intese - dallequattro Sottocommissioni della Binazionale Italia-Messico checonfermano quanto sia consolidata la relazione tra i due Paesi."L'Italia e' la piu' grande economia di export, la seconda piu'importante in Europa", ha sottolineato il ministro degli EsteriPaolo Gentiloni, nella conferenza stampa congiunta con ilsegretario alle Relazioni Estere Jose' Antonio Meade, dopo lafirma dell'Atto Finale della Commissione Binazionale. "Moltorilevante l'interscambio economico tra

(AGI) - Citta' del Messico, 9 mar. - Affari politici, affarigiuridici e di sicurezza, cooperazione economica e finanziaria;cooperazione educativa, culturale, scientifica, e tecnologica.Sono i temi affrontati oggi - con relative intese - dallequattro Sottocommissioni della Binazionale Italia-Messico checonfermano quanto sia consolidata la relazione tra i due Paesi."L'Italia e' la piu' grande economia di export, la seconda piu'importante in Europa", ha sottolineato il ministro degli EsteriPaolo Gentiloni, nella conferenza stampa congiunta con ilsegretario alle Relazioni Estere Jose' Antonio Meade, dopo lafirma dell'Atto Finale della Commissione Binazionale. "Moltorilevante l'interscambio economico tra i due paesi - 7 miliardidi dollari - che attraversano due riforme molto importanti sulpiano economico e istituzionale", ha aggiunto Gentiloni. "Quic'e' un paese amico e questa giornata e' molto importante efruttuosa per la prospettiva che si apre" su temi che varianodalla lotta alla criminalita' organizzata, allo spazio, allacultura, alle Pmi, all'universita', alle infrastrutture. La visita di Gentiloni in Messico ha luogo in un momentoparticolarmente dinamico delle relazioni bilaterali. Ilpresidente Pena Nieto verra' in Italia il prossimo giugno perpartecipare alla VII Conferenza Italia-Amerca Latina e Caraibi(12-13 giugno). Tre giorni in Messico tra la capitale eGuadalajara. In programma vari incontri istituzionali, apartire dal presidente del Senato Miguel Barbosa Huerta, alquale il ministro ha sottolineato "il comune percorso dei duePaesi per le riforme e l'attenzione per i valori dellagiustizia, per combattere il crimine organizzato" in un quadroeconomico che "vede i primi segnali di ripresa". Staseral'incontro con il presidente Pena Nieto. Domani forum businesscon la partecipazione di imprese italiane e messicane el'incontro con il ministro dell'Economia ed Energia. Poi aGuadalajara, tappa al Festival Internazionale del Cinema dovesi svolgera' la presentazione delle opportunita' dell'industriacinematografica italiana agli operatori internazionali presentia Guadalajara. Per quanto riguarda gli investimenti italiani inMessico, l'Agenzia ICE ha censito 310 imprese italiane radicatenel Paese, ma si stima che il numero totale sia di circa 1.400,comprendendo ristornati e piccoli alberghi. Lo stockd'investimenti e' piu' che raddoppiato tra il 2010 e il 2012,in particolare nel settore manifatturiero. Vi sono tuttaviaulteriori margini per incrementare ulteriormente gliinvestimenti italiani, anche alla luce delle recenti riformestrutturali adottate dal governo messicano nei settorienergetico e delle telecomunicazioni (fine del monopoliopubblico e introduzione della libera concorrenza nel mercatooile gas e mercato all'ingrosso aperto e competitivodell'energia elettrica; apertura agli investimenti stranierinelle telecomunicazioni sino al 100% mentre resta ferma laquota del 49% nel settore televisivo), e del varo del Pianonazionale delle infrastrutture, focalizzato su sei settorichiave: energia, edilizia residenziale, comunicazioni etrasporti, reti idriche, turismo e salute, con investimenti percirca 596 mld di USD e 743 progetti previsti, finanziati per il60% con fondi pubblici e per il restante da fondi privati. Ampimargini sussistono invece per l'incremento degli investimentimessicani in Italia. Circa l'interscambio, a partire dal 2006il ritmo di crescita delle esportazioni italiane verso ilMessico e' divenuto superiore a quello di Germania, Francia,Spagna e USA, con una forte specializzazione nei settorichimico farmaceutico, meccanica, agroalimentare e macchineelettriche. (AGI)