Isis: nasce Facebook dello Stato islamico, hacker lo oscurano

(AGI) - Roma - Un Facebook per il Califfato: i seguacidell'Isis rilanciano la propaganda jihadista in rete con unsocial network che  [...]

(AGI) - Roma, 9 mar. - Un Facebook per il Califfato: i seguacidell'Isis rilanciano la propaganda jihadista in rete con unsocial network che fa il verso alla 'creatura' di MarkZuckerberg ed e' dedicato al reclutamento di nuovi combattenti.Il sito, lanciato ufficialmente mercoledi' scorso, si chiama"5elafabook", 'il libro del Califfato', ma ha avuto finora vitabreve: apparso online e pubblicizzato su Twitter, e' statooggetto di un attacco hacker. "Il sito e' chiusotemporaneamente per motivi di sicurezza", si leggesinteticamente sulla pagina web. Il dominio del sito, riferisceil quotidiano egiziano Al-Ahram, e' stato registrato il 3 marzocon GoDaddy ed ha come amministratore tale Abu Musab, che siprofessa di nazionalita' egiziana ma indica come indirizzoMosul, 'cuore' della guerra degli jihadisti in Iraq. I creatoriprecisano che "5elafa" e' comunque "un sito indipendente", "nonsponsorizzato dall'Isis", anche se aspirano a "governare laterra del Califfato con il Corano" e si dichiarano pronti almartirio e alla guerra contro i "nemici di Allah". Ilfunzionamento di "5elafa" ricalca sia Facebook che Twitter: e'possibile scrivere frasi di 'stato' cosi' come seguire utenti eutilizzare degli hashatg. Molto rigido, invece, il regolamentoper tutelare l'identita' di chi utilizza il social network:vietato fornire foto o informazioni personali a qualsiasi altroiscritto. Malgrado l'oscuramento, il 'Facebook degli jihadisti'ha incuriosito il popolo di Twitter: alcuni chiedonoinformazioni sulla novita', altri ringraziano Anonymous e altrigruppi hacker per averlo preso di mira. Vi e' chi, infine,ironizza: "vi arrendete cosi' facilmente? Ci saremmo aspettatiqualcosa di piu' dal coraggioso Stato Islamico". .