Isis: Kayla, la 20enne che ha dedicato la sua vita agli ultimi

(AGI) - Washington, 6 feb. - Gia' a 15 anni Kayla Mueller avevadeciso di voler dedicare la sua vita ad aiutare le persone indifficolta': i bambini in fuga dalle guerre, i malati di Aids,le ragazze madri. La 26enne americana, secondo gli jihadistidell'Isis, sarebbe stata uccisa in Siria in un bombardamentogiordano. Kayla aveva deciso di trasferirsi in quel Paese martoriatoalla fine del 2012: prima al confine turco, dove aiutava lefamiglie che fuggivano dalla guerra con l'organizzazioneumanitaria 'Support to Life', poi ad Aleppo come volontariaall'ospedale spagnolo di Medici Senza Frontiere. Fu proprio li'

(AGI) - Washington, 6 feb. - Gia' a 15 anni Kayla Mueller avevadeciso di voler dedicare la sua vita ad aiutare le persone indifficolta': i bambini in fuga dalle guerre, i malati di Aids,le ragazze madri. La 26enne americana, secondo gli jihadistidell'Isis, sarebbe stata uccisa in Siria in un bombardamentogiordano. Kayla aveva deciso di trasferirsi in quel Paese martoriatoalla fine del 2012: prima al confine turco, dove aiutava lefamiglie che fuggivano dalla guerra con l'organizzazioneumanitaria 'Support to Life', poi ad Aleppo come volontariaall'ospedale spagnolo di Medici Senza Frontiere. Fu proprio li'che il 4 agosto del 2013 fu rapita. Nata a Prescott, inArizona, Kayla aveva cominciato negli anni del liceo a fare lavolontaria per Save Darfur Coalition: scriveva lettera aimembri del Congresso per sensibilizzarli sul genocidio nellaregione sudanese. Nel 2009, dopo la laurea alla Nothern ArizonaUniversity di Flagstaff, Kayla decise di andare in India, perfare la volontaria in un orfanotrofio e insegnare inglese airifugiati tibetani. Dopo una breve pausa nella sua Arizona nel2011, dove fece la volontaria in una casa famiglia e in unaclinica per malati di Aids, la giovane si trasferi' in Franciaper fare la ragazza alla pari e imparare il francese, in vistadi una sua nuova missione in alcuni Paesi africani, dovetrascorse qualche mese. Da li' decise di andare in Siria, unascelta che forse si e' rivelata fatale. .