Isis: cambio strategia di Obama, nuova base in Iraq e piu' truppe

(AGI) - Washington - L'avanzata, in apparenzainarrestabile, dei jihadisti dell'Isis in Iraq e Siria spingel'amministrazione Obama a un cambio di strategia:  

(AGI) - Washington, 9 giu. - L'avanzata, in apparenzainarrestabile, dei jihadisti dell'Isis in Iraq e Siria spingel'amministrazione Obama a un cambio di strategia: la CasaBianca sta pensando a stabilire una nuova base militare nellaprovincia irachena di al-Anbar e di mandare alcune centinaia diaddestratori militari per aiutare l'esercito di Baghdad ariconquistare la citta' di Ramadi. La Casa Bianca e il Pentagono, ha spiegato il portavoce delConsiglio di sicurezza Alistair Baskey, pensano a un numero dimilitati intorno ai 500, una cifra in grado di "accelerarel'addestramento e l'equipaggiamento dell'esercito iracheno".Ramadi, la citta' irachena caduta nelle mani dell'Isis amaggio, dovrebbe diventare a quel punto il nodo centrale di unalunga battaglia per poi arrivare alla riconquistare Mosul. Ilpiano, scrivono il New York Times e il Wall Street Journal, none' stato ancora approvato definitivamente, ma l'idea e' disfruttare Al Taqqadum, una base militare irachena vicino lacitta' di Habbaniyah. Al momento sono circa 3.080 i soldati americani presenti inIraq e impegnati in una strategia che finora, a detta dellostesso Obama, non ha impedito allo Stato islamico di realizzareimportanti conquiste (oltre a Ramadi in Iraq, Palmira inSiria). Ramadi, capoluogo della provincia di al-Anbar edistante appena un centinaio di chilometri da Baghdad, e' stataconquistata il 17 maggio scorso, con una mossa che ha sorpresoil governo iracheno. .